Utente
Buongiorno..avrei gentilmente bisogno di un parere...soffro da anni di sbandamenti e nell ultimo anche di estrema stanchezza e debolezza ...la gambe sembrano dover cedere da un momento all altro...in alcuni momenti ho vere e proprie vampate di calore...la vista non è delle migliori a volte sembra quasi che gli occhi si incrocino..rigidità collo ecc Aggiungo ancge tachicardia a periodi. Mille visite ovviamente ma non ho mai risolto nulla: ho un ernia cervicale che comprime il midollo e con un holter delle 24 ore mi sono ststi riscontrati dei bav di secondo grado mobitz II. Le ipotesi del mio malessere sono: 1. Ansia
2. Cervicale
In un esame del sangue è emersa una carenzs di vitamina d. Può questa giustificare il mio malessere?
Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

quali visite ed esami ha fatto finora?
L’eventuale ansia è stata trattata?
Può riportare il referto in cui è stata riscontrata l'ernia cervicale?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie per avermi risposto. In questi anni ho fatto varie visite. Le riporto le cose riscontrate
Rm encefalo2018 : tratto intracranico dell arteria vertebrale destra relativamente esile- sinusite e setto nasale lievemente deviato (cmq referto nella norma)
Rm cervicale e lombosacrale 2017: rettilin. Della colonna cervicale con lieve scoliosi dx-convessa con rotazione antiorario dei metameri vertebrali cervicali. C5-c6 grossa ernia discale in sede posteriore mediana- paramediana destra con compressione sul profilo ventro-laterale destro del sacco durale e sul bordo antero-laterale destro del midolo spinale. Dischi itersomatici cervicali disidratati. Canale spinale e midollo spinale ok.
Accenno di retro posizione di l4 sispetto l5 con debordo laterale del disco intersomatico. Incremento componente adiposa al passaggio lombosacrale. Canale spinale e cono midollare ok.
Visita ortopedica 2018: non indicazione chirurgica
Elettromiografia: nella norma
Ecodlopper tronchi sovraortici 2018 : iposfigmia della vertebrale rispetto alla controlaterale (referto nella norma)
Esami del aangue:
Vitamina d : 22.8 adesso prendo le goccie 20 a settimana
S-ab antidsa : 13 (poteebbe essere la psoriasi o idrosadenite di cui soffro)
Anti nucleo: 1:80 bassa positività
TSH: 2,17
Visira neurologica: nella norma diagnosi: vertigini soggettive e instabilita posturale a possibile componente mista cervicale_ funzionale
Visite e esami cardiologici: cardiopalmo di tipo reattivo con tendenza alla tachicardua sinusale. Lembi di BAv 2 tipo 1 notturni e bav II tipo 2 visto da chi ha refertato l holter ma non dal cardiologo che ha letto il referto..quindi non si sa se c'è! Cmq assenza di pause patologiche. Lieve insufficienza della tricuspide.
Le visite cardiologiche le ho datte x tachicardia e fiato corto.
Il prossimo mese faro anche un eco alla tiroide perché il medico del lavoro che è endocrinologo ha sentito dei noduli/bozzo al tatto.
Sinceramente non so cos altro fare...
Visto che la neurologa ipotizza ansia prendo lexotan e per 5/6 mesi laroxyl che nonnmi ha dato alcun beneficio oltretutto arrivata a 10 goccie ho iniziato ad avere forte tachicardia 150btm. Non lo prendo piu. Quando proprio non ce la faccio puu prendo expose x un po di giorni e questo un po aiuta per qualche giorno.
Sono 7 anni ormai e sono stanca e stufa..ho solo 34 anni e una bimba da crescere e le assicuro che è dura. Ho gia ridotto notevolmente le ore a lavoro ma ovviamente non è cambiato nulla.
Grazie per la disponibilità

[#3] dopo  
Utente
Volevo solo previsare che a mio parere non è l ansia a procurarmi questi sintomi...ovvio che poi l amsia come conseguenza ti viene!

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

da quanto scrive, dalle visite, dagli esami effettuati e dal loro esito, le ipotesi che i medici hanno finora avanzato mi sembrano condivisibili, tuttavia non le considererei come alternative, l'una o l'altra, ma come complementari, cioè entrambe possono essere responsabili della sintomatologia descritta, ora a prevalenza cervicale, ora a prevalenza ansiosa. Quest'ultima ipotesi non si può escludere solo per l'inefficacia del laroxyl di cui probabilmente ha avvertito solo gli effetti collaterali che l'hanno costretta a sospenderlo.
Infatti non è detto che un altro farmaco non possa invece dimostrare la sua efficacia.
Personalmente seguirei queste due strade, rivolgendomi ad un fisiatra e ad uno psichiatra, almeno dall'impressione che si ha a distanza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
Buingiorno dottore,
Ho iniziato una nuova cura con escitalopram 20 mg.. 4 goccie al di per 1 settimana per poi proseguire con 8. Ovviamente devo aspettare un po che facciano effetto.
Nel 2015 ho avuto una gravidanza e tutti i sintomi erano spariti fino ai primi mesi dopo la nascita per poi ripresentarsi successivamente. Eppure è stata una gravidanza con non pochi problemi, l ansia ne ha fatta da padrona ma niente vertigini e niente sbandamenti anzi ero molto energica. Mi chiedevo? Ci può essere un nesso? Magari mi ha aiutata l acido folico che assumevo?? Anche per quanto riguarda la mia ernia cervicale...insomma se davvero fosse la mia ernia a provocarmi questi sbandamenti e vertigini perché non in gravidanza, condizione piu favorevole per l aumento di peso?
Scusi ma sto cercando di venirne a capo perché questa non è vita

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ritengo poco probabile l'origine cervicale di tutta la sintomatologia riferita.
Probabilmente durante la gravidanza del 2015 non somatizzava l'ansia (che c'era ugualmente) perché la mente era maggiormente rivolta ad altre situazioni (i "non pochi problemi").
Le ricordo che queste sono soltanto ipotesi a distanza.
Continui la terapia iniziata, abbia un po' di pazienza e, se vuole, potrà farci sapere gli eventuali benefici o meno.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio dottore. Certo le farò sapere!
Un altra domanda: assumo colecalciferolo (vitamina d). Posso continuare a prenderlo anche se sto assumendo escitalopram??

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non sono state riscontrate interazioni negative tra i due farmaci menzionati.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, come le avevo già scritto tempo fa ho iniziato la cura con escitalopram.. sto prendendo 12 goccie al di...ora sono passati circa 3 mesi e devo ammettere che un po di miglioramento l ho visto....ci sono giorni in cui sto benone e altri in cui avverto di piu i sintomi. Il neurologo mi aveva detto di prenderlo x 6 mesi e poi scalarlo...può essere che bastino solo 6 mesi? Io vorrei un altro figlio ma finche prendo ste goccie ovviamente non posso neanche pensarci...mi può dare un consiglio? Grazie

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

un periodo di terapia di sei mesi può essere sufficiente se si sta bene da qualche mese, altrimenti è indicata la sua prosecuzione.
Riguardo la gravidanza, ovviamente il farmaco è sconsigliato e deve pensare ad una riduzione graduale fino alla sospensione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro