Utente 549XXX
Buongiorno, è la prima volta che scrivo
Ho 58 anni e sono una donna , faccio regolarmente sport da tanti anni e cammino pure molto , sono normopeso, da molto tempo ho formicoli intensi, molto fastidiosi, ai piedi che vanno e vengono , SOLO ai piedi , sopratutto quando fa più caldo , a volte è capitato anche d inverno, ma d inverno raramente. La sera a letto peggiorano, la mattina appena mi sveglio invece non ce l ho mai. Forse un problema di circolazione? Non ho ernie del disco, ne problemi lombari né diabete , oltre il formicolio il piede NON è gonfio, non si vede niente . Il mio medico "sottovaluta " ..dice che sono problemi frequenti , sopratutto verso una certa età e in chi soffre di piedi sempre freddi d inverno come me. Ho chiesto pure al neurologo primario di un grosso policlinico dove sono seguita da 2 anni senza avere ancora una diagnosi ( non riescono ancora a capire se ho l epilessia o no ...) ...comunque gli ho parlato di questo formicolio ma non è stato preso granché in considerazione ...Ripeto non ho gonfiori ...se fosse circolazione non ci sarebbe pure gonfiore? O cosa altro potrebbe essere escludendo quello che ho scritto ? ho pensato pure all ansia, visto che lo sono ansiosa e spesso si ricorre all ansia per spiegare sintomi di cui non si viene a capo.. ma mi pare strano..grazie mille

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

è certamente possibile l’origine ansiosa del disturbo che riferisce ma prima è corretto escludere altre cause.
È stata mai visitata per questo problema? La visita neurologica è fondamentale per avere un orientamento definito, qualora possibile.
Dice di non avere problemi lombosacrali, ha effettuato degli esami diagnostici in tal senso?
Utile potrebbe essere anche un’EMG agli arti inferiori e un ecodoppler arterioso e venoso per escludere ogni problema organico locale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 549XXX

Buongiorno e grazie
Si , per quanto riguarda l aspetto neurologico , come le ho scritto sono in cura da 2 anni al centro di epilessia e neurologia del policlinico , direttamente con il primario e quindi visite neurologiche me ne hanno fatte ,anche tante ( se ho capito bene cosa intende lei per visite neurologiche rispetto a questo formicolio ..)..comunque ne ho parlato con il primario del centro di questo sintomo ma é come se non lo avesse preso in considerazione. Per quanto riguarda l aspetto lombosacrale non ho fatto esami diagnostici perché avendo un compagno fisioterapista , anche con esperienza di 40 anni , lui ritiene che non ci sono i presupposti in quanto non ho nessun altro indizio significativo collegato che lo fa pensare. Forse posso iniziare con ecodoppler arterioso??. Perché sennò non so da dove comunciare. Ultima domanda ma un insufficienza venosa inferiore non avrebbe anche una sintomatologia alle gambe e non solo ai piedi ? Io non ho nessun fastidio alle gambe e non soffro né di gonfiore né di vene varicose
Buona giornata

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

sì, in effetti, in caso di problematiche venose agli arti inferiori, la compromissione delle gambe è quasi costante.
I consigli dati sono però rivolti ad escludere patologie organiche per cui è meglio fare tutto ciò che possa raggiungere questo obiettivo, poi potremmo parlare di origine psichica.
Quindi ecodoppler arti inferiori e emg arti inferiori.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro