Utente 425XXX
Referto: TC cranio/encefalo
quesito clinico: pregresse ischemie di ndd
paziente età di 64 anni
L'indagine è stata condotta senza introduzione di mdc.
Diffusa ipodensità della sostanza bianca periventricolare con associate alcune areole maggiormente ipodense bilateralmente con quadro riferibile a fenomeni ischemici cronici con aree ischemiche stabilizzate.
Strutture della linea mediana in asse.
Cavità ventricolari e spazi liquorali periencefali normorapprersentati in rapporto all'età del Pz.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

alla TC è stato riscontrato un deficit di ossigenazione comunque non raro alla Sua età associato a piccole pregresse ischemie.
Faccia vedere le immagini dell’esame ad un neurologo.
Perché ha effettuato la TC?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 425XXX

Incidente stradale 2018,investito da auto,io bici.E' fuggita, NO identificazione.Assistito da passanti,poi ambulanza,10gg ospedale, fatto TC, RM con mdc.Grazie a Dio,NO ematoma,NO complicanze.Alcune emicrania di troppo
Colpito bici da dietro, sbalzare a terra, battuto la nuca sull'asfalto. lato posteriore basso sn, dietro orecchio sn, questa TC di controllo.grazie per consulto,prego consigli ??

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

relativamente ai reperti della TC deve tenere sotto controllo pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e trigliceridi.
Molto utile può essere praticare attività fisica costante, anche lunghe passeggiate per circa 45 minuti al giorno.
Un neurologo che La segua ovviamente è consigliabile.
Opportuna anche una terapia farmacologica con antiaggregante qualora non ci siano controindicazioni e se consigliata dal neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro