Utente
Salve,

E' da qualche giorno che mi capita di svegliarmi durante la notte con formicolio (tipo punture di spilli) localizzato a entrambe le mani, che si risolve nel giro di qualche minuto.
Premetto, sono un soggetto molto ansioso e per deformazione professionale (sono un informatico) passando molte ore davanti ai pc, tendo a informarmi, e leggendo le varie patologie a cui può essere collegata questa sintomatologia ho iniziato a preoccuparmi (e vi dirò, non poco!! ).
Tutto è comunque iniziato qualche giorno fa (sono 3 notti che mi capita di svegliarmi con questi formicolii) premetto una cosa, ultimamente in palestra ho fatto degli esercizi che probabilmente (forse perché eseguiti non proprio alla perfezione) hanno comportato un sovraccarico dei polsi (che in questi giorni mi hanno fatto male).
Per quanto riguarda altri sintomi ultimamente mi è capitato di avvertire una diminuzione della forza durante l'allenamento (ma questo da quando qualche settimana fa mi è venuta l'influenza, e credo infatti sia strettamente correlato a questa) e non ultimo (ma anche di questo ne ho sempre sofferto in certi periodi più che in altri, e non ci ho mai dato perciò troppo peso, essendosi sempre risolto spontaneamente nell'arco delle 24 ore) che consiste in un bruciore al contatto, localizzato "a caso" in porzioni più o meno ristrette di pelle che esternamente non presentano arrossamento.
Alla luce di quanto esposto, a vostro parere è già caso di iniziare a preoccuparsi o posso (perlomeno ancora per qualche tempo) dormire sonni tranquilli?
Chiedo questo perché come spiegatovi nelle prime righe sono molto ansioso e soggetto a forte stress (causa lavoro, problemi economici, ecc...) che spesso e volentieri tendo a somatizzare (per esempio con problemi di stomaco, inappetenza, insonnia ecc).


Rimanendo in attesa di vostro riscontro, ringraziandovi sin da ora, mi è gradita l'occasione per porgervi i miei più cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia notturna che migliora rapidamente col movimento non è un un elemento che faccia pensare gravi patologie.
La causa può essere la compressione di alcuni tronchi nervosi dovuto a posture particolari assunte durante il sonno o a compressione, per es. al polso configurando un tunnel carpale (è solo un esempio.).
Può effettuare un’EMG ma senza alcuna preoccupazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della celerità della risposta Dr. Ferraloro, cosa può dirmi invece a riguardo dell’altro sintomo che vi ho descritto?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l’altro sintomo non è tipico di malattie neurologiche, per cui non escluderei un’origine ansiosa.
Ne parli col medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Vista l’attuale sintomatologia descritta mi sta quindi dicendo che ritiene prematuro da parte mia iniziare a preoccuparmi?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ritengo che non ci siano motivi di preoccupazione, ne parli però col medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro