Utente
Salve dottori, sono un ragazzo di 25 anni, oggi vi scrivo per avere alcune delucidazioni su un problema che mi affligge da un po di tempo.


Tutto cominciò dall' anno scorso, più o meno verso aprile 2019, tra lavoro e stress per problemi familiari cominciarono alcuni lievi giramenti di testa che persistevano tutto il giorno per circa 15 giorni, per poi svanire e ritornare dopo 1/2 mesi fino ad oggi, i giramenti non sono sempre forti, diciamo che percepisco il tutto come se fossi in una barca o come se stessi camminando sulle nuvole e sempre da allora, quando piego il capo in avanti o dietro, mi sento il collo in tensione che arriva fino a poco sopra la schiena, da circa un mese mi è ritornato e mi sento come se fossi leggermente ubriaco, a volte mi sento una pressione dietro alla testa che arriva fino alle tempie, il giramento di testa si accentua durante la palestra (che ora ho sospeso) o dopo che sto scomodo a letto (mantengo sempre posizioni molto scomode) ma comunque è sempre presente, e a volte mentre sono davanti alla tv, o mentre gioco alla play mi danno fastidio i movimenti rapidi e le luci forti, ho fatto una visita dall oculista e non ha riscontrato particolari problemi, ma manca solo mezzo grado a un occhio (problema che ho sempre avuto fin da piccolo) sono stato diverse volte nell arco dell anno dalla dottoressa e mi ha sempre detto che esclude sia un problema neurologico, forse è proprio una problematica legata a posizioni sbagliate, sto facendo alcuni esercizi per la cervicale e a volte sto meglio, ma mi sento sempre un po stordito, recentemente mi ha prescritto una rx cervicale dal seguente risultato: RADIOGRAFIA DELLA COLONNA COLONNA CERVICALE PROIEZIONI ORTOGONALI E OBLIQUE

Regolare allineamento dei somi nel piano frontale.

Ridotta la fisiologica lordosi
Ridotti gli spazi tra C5-C6 e C6-C7
nelle pr.
oblique i forami di coniugazione non sono ne ampliati ne ristretti.





Ora devo fare una visita dall ottorino e una neurochirurgica, ma essendo un tipo un po paranoico ho il terrore che sia qualcosa di grave, tipo tumori ecc, non riesco a vivere tranquillo, per questo avrei bisogno di capire cosa potrebbe essere, tutti questi sintomi potrebbero essere riconducibili a questo referto?


feci circa 7 anni fa una tac alla testa e risultò perfetta, senza alcun tipo di problemi, però ho proprio la persistenza di questi giramenti che mi fa preoccupare, anche se a volte non pensandoci non li percepisco (nell arco di 1 anno mi son venuti circa 3/4 volte a distanza di 1/2 mesi) potrebbe essere cervicale cronica a causa delle continue posizioni errate?

o il forte stress che provai per circa 5 mesi?

in base alle sintomatologie potrebbe essere qualcosa di grave tipo un tumore alla testa?

però dopo quasi un anno penso che avrei avuto sintomi più gravi o sbaglio?

son davvero preoccupato.


so che a distanza non posso avere una diagnosi, ma vorrei almeno scongiurare il peggio.

un ultima domanda, ho l appuntamento sia per la visita neurochirurgica che quella dell ottorino per fine mese prossimo, ma sto considerando di accellerare i tempi per una delle 2 visite facendole da privato, eventualmente che visita mi consigliate da fare per prima visto il mio problema?


Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio paziente,
la fenomenologia lamentata nel suo resoconto anamnestico evoca immediatamente il sospetto della condizione definita "pseudo-vertigini" che è ascrivibile ad uno stato di tensione psichica. Il mio consiglio è di affidarsi ad un neurologo ,il quale innanzitutto valuti la funzionalità del cervelletto e del labirinto e quindi consideri il suo stato emozionale, talché possa indirizzarla per la più appropriata terapia.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio dottore, per la tempestiva risposta.. Secondo poi vorrei chiederle se secondo lei è utile proseguire Con le visite prescritte dal medico di base, ovvero l ottorino e il fisiatra e consultate il neurologo come ultima spiaggia?
I sintomi che ho, oltre ad una possibile "pseudo vertigine" potrebbe anche essere una conseguenza della problematica sulla cervicale? Posso escludere ( ovviamente per quanto è possibile capirne in Vi telematica) qualcosa di grave tipo tumori ecc? Perche purtroppo è anche questa la mia preoccupazione che mi scatena l ansia.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Sono valutazioni complementari quella dell'otorino e del neurologo, ma alla fine se non sussiste obbiettività ORL prevale il parere del neurologo che si fa carico dell'aspetto terapeutico.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
Ho capito dottore, orl sarebbe l ottorino? Mi scusi l ignoranza in materia, comunque tutto chiaro, domani prenderò l appuntamento da un neurologo così vediamo cosa mi dice, se non recò disturbo magari le farò sapere l esito di quest ultimo o di un eventuale esame strumentale.. Buona serata