Utente
Di seguito l'esito della rm con mdc
"Presenza di numerose aree di alterato segnale, iperintense nelle sequenze a tr lungo, che interessano diffusamente gli spazi subcorticali, i centri semiovali ed il parenchimaperiventricolare periventricolare, del diametro massimo di 7mm.
alcune confluenti nelle regioni paratrigonali.
Le alterazioni suddette non sono visibili in t1 e non assumono mdc paramagnetico.
Nel midollo cervicale in c2 è presente un'ampia area di alterato segnale, estesa longitudinalmente per circa 1 cm.
Iperintense in t2 che determina lieve rigonfiamento dell'organo compatibile con un'area demielinizzazione "
Il segno di lhermitte le parerestesie agli arti superiori e il formicolio permangono da 6 mesi prima della rm questo quadro è compatibile con la sclerosi multipla?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

in effetti sia la sintomatologia persistente che i reperti riscontrati alla RM encefalica e midollare sono compatibili con una malattia demielinizzante.
Ritengo che si sia già rivolta ad un centro specializzato per ulteriori esami diagnostici di approfondimento.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta veloce, si mi hanno inviato ad un centro specialistico, gentilissimo.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

anche in caso di eventuale malattia demielinizzante, considerato che non ha alcun deficit motorio, è possibile che la malattia abbia un decorso benigno e che Lei possa condurre una vita assolutamente normale, dunque non si abbatta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro