Instabilità

Buongiorno, sono un uomo di 33 anni
Dal 2014 Ogni tanto avverto una instabilità camminando, una sensazione come se barcollasi e stessi per cadere, ma non sono mai caduto.

Dal 2006 sono in cura con Sertralina 50 mg per qualche attacco di panico che mi è venuto nell'adolescenza, la psichiatra dove mi sono rivolto a fatto una diagnosi di " disturbo da attacchi di panico con agorafobia e tratti ipocondriaci e ossessivo compulsivi"
Prima del 2006 prima di iniziare la cura non ho mai avvertito instabilità camminando, ma i soli attacchi di panico, ho iniziato ad avvertire tale sensazione di instabilità da quando ho scalato il farmaco da 37 mg (3/4) a 25 mg (2/4), ora da 7 mesi assumo 12.5 mg (1/4).

Il mio medico di base mi ha fatto alcuni anni fá degli esercizi nel camminata ma non ha notato nulla di anomalo e nessun sbandamento e mi indirizzato da un neurologo che anche lui mi fece fare degli esercizi con gambe e braccia coricato nel lettino, vide che tremavo un po' con le mani e allora disse che era una sindrome nervosa, e mi detto di continuare con la Sertralina, ma non mi ha fatto fare nessun approfondimento.
[#1]
Dr. Daniele Orsucci Neurologo 337 16
Buongiorno, non sembra niente di grave ma magari potrebbe tornare a visita da un neurologo, senza fretta, una volta risolta l'attuale problematica epidemiologica.

Dott. Daniele Orsucci
Neurologo - Esperto Elaborazione Diete
Disponibile per visite on-line (orsuccid@gmail.com)

[#2]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

se ha cominciato ad avvertire la sensazione d’instabilità dalla riduzione della sertralina è molto probabile l’origine ansiosa del disturbo per cui rivolgendosi, anche telefonicamente considerato il periodo, allo specialista che La segue può fare presente tale condizione e vedere se Le consiglia l’aumento del farmaco o la sostituzione con un altro.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#3]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Grazie Dott Orsucci e Dott Ferraloro, si ho iniziato ad avvertire da quando ho scalato il farmaco (non sò se sià una coincidenza) avevo già sentito anni fá la psichiatra che mi seguiva è mi aveva detto che è causato da ansia, di vedere se c'e l'ha facevo a conviverci con questo sintomo (anche perché è a periodi non è sempre) se no dovevo riprendere il dosaggio che prendevo.
La cosa strana è che in adolescenza prima di curare avevo solo qualche attacco di panico, ma sintomi come instabilità o extrasistoli non ne avevo, mi sono venuti nello scalare il farmaco da 50 mg in giù, più precisamente le extrasistoli le ho iniziate ad avvertire quando assumevo già da qualche anno 37.5 mg di farmaco, è l'instabilità invece dopo che assumevo 25 mg da pochi mesi.
Ripeto che comunque l'instabilità e a periodi posso avvertire 1-2 volte la settimana per poi non sentirli per 1 mese.
Le extrasistoli le sento alcune al giorno con periodi che non è avverto.
Grazie
[#4]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

in effetti sembra molto probabile l’origine ansiosa del disturbo.
Considerata la sua sporadicità, potrebbe anche adottare una strategia attendista qualora riuscisse a conviverci, viceversa, se dovesse accentuarsi, si rivolga alla Sua psichiatra per una rivalutazione terapeutica.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#5]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Grazie Dott Ferraloro
Anche le extrasistoli che avverto sono causate da ansia? perché mi sono venute da quando prendevo 37.5 mg di farmaco (3/4) però mi sono venute quando prendevo quel dosaggio ormai da un paio d'anni e non subito appena scalato.
[#6]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Poi cosa intende per:
Potrebbe anche adottare una strategia attendista ?
Grazie
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Le extrasistoli teoricamente possono anche essere causate dall’ansia, ovviamente non posso darLe certezze nel caso specifico.
Per strategia attendista intendevo dire che può attendere senza prendere provvedimenti qualora il disturbo non sia invalidante e Lei riesca a conviverci.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Grazie Dott Ferraloro
Ovviamente ho fatto vari controlli , alcuni Ecg a riposo, ecg sotto sforzo, ecg Holter 24 ore ( che hanno registrato una volta 5 extrasistoli un'altra volta 8 e un altra 6) ecocolordoppler cardiaco 2d , tutto concluso con esame nella norma.
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

se gli esami cardiologici hanno avuto esito negativo può stare tranquillo, l’ipotesi ansiosa è concreta.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#10]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Grazie Dott Ferraloro
Gli Ecg non hanno rilevato nulla se non un blocco di branca destra incompleto, ma il cardiologo non mi ha detto nulla di chè,
Gli ecocolordoppler cardiaco hanno rilevato un minimo rigurgito tricuspidale,
Gli ecg sono sforzo non hanno evidenziato nessuna extrasistoli, e gli Holter solo rare extrasistoli sopraventricolari e solo due ventricolari, poi le extrasistoli le avverto spesso o dopo i pasti , oppure seduto nel divano o alla guida.
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

queste sono valutazioni che deve fare il cardiologo, se è stato tranquillizzato non c’è motivo di preoccuparsi.

Buona domenica

P.S. Rispettiamo tutti le norme vigenti contro il coronavirus

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio