Utente
Salve dottori, vi allego referto di encefalogramma che non riesco a interpretare:
Ritmo di fondo a 10-12 c/s, di ampiezza 30-40 uv, regolare, discontinuo, simmetrico.

Buona la risposta agli stimoli visivi ed uditivi.

Spontaneamente presenza di rari gruppi di onde a 5-7 c/s e talora a 3-5 c/s, di ampiezza 40-70 uv, con raramente morfologia aguzza, nelle regioni temporo-occipitali bilateralmente.

Non modificazioni in corso di iperpnea.

Non modificazioni durante la SLI.

Conclusioni:
Alterazioni elettriche di grado modesto in sede temporo-occipitale bilaterale.


Gentili medici, vostre considerazioni?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

all'eeg sono state riscontrate modeste alterazioni aspecifiche, cioè non indicative di particolari patologie.
Un EEG si interpreta soprattutto in base alla sintomatologia, per cui è importante sapere perché è stato effettuato l’esame.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,
Mi è stato indicato preventivamente per formicolii alla testa che talvolta si estendevano agli arti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in base alla sintomatologia riferita l’esito dell'EEG non è significativo per patologie particolari.
La durata del formicolio?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Dottore,
Scusi se le rispondo solo ora e anzi la ringrazio per la sua cordialità. Il formicolio si presenta più volte al giorno e ha una durata di pochi minuti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo sia indipendente dall’esito dell’EEG.
Faccia vedere l’esame al medico che l'ha richiesto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro