Utente
Buona sera a tutti gentili dottori,
Sono uno studente di medicina.
Vi scrivo a causa di un problema: circa 2 anni fa iniziai ad avere una lieve sensazione di debolezza alla gamba dx (la stessa gamba 10 anni fa ha subito una frattura a tibia e perone trattata con gesso per 3 mesi ed immobilizzazione, quindi è presenta una lievissima ipotrofia rispetto all’altra).
Tuttavia tale sensazione non mi impedisce di allenarmi, camminare, andare in palestra etc...
Da 1 anno è mezzo è insorto un nuovo sintomo: a livello del polpaccio della suddetta gamba DX, da una mattina, ho iniziato ad avvertire una sensazione di contrattura quando cammino (a riposo no), tale sensazione non è costante, a volte quando inizio a camminare non la sento, poi la sento in maniera chiara, e dopo un po’ che continuo a camminare a volte va via.
Il problema non è mai andato via del tutto, dunque ho scelto di effettuare un a visita neurologica (esito negativo) e dopo 8 mesi dall’esordio della sensazione di contrattura al polpaccio ho effettuato una EMG agli arti inferiori (esito negativo).
Il sintomo permaneva, quindi ho sentito un secondo parere neurologico 6 mesi fa (visita nuovamente negativa) ma il neurologo mi ha detto che se il fastidio non fosse passato mi avrebbe prescritto un nuova EMG aggiungendo: non vedo rischio per malattie del SNC, semmai se proprio qualcosa deve essere valuterei malattie del nervo motorio anche se estremamente rare e la visita è negativa.

La cosa mi ha generato molta ansia, ora dovrei rifare EMG ma rimanderò per il Sars-Cov-2.
Il fastidio alla gamba e al polpaccio non è peggiorato, sempre a giorni meglio e a giorni peggio, ma non mi impedisce nessuna attività.
Da 12 giorni sto avvertendo una sensazione di lieve contrattura anche al pollice della mano destra.
Sono molto in ansia che la cosa stia progredendo.
Volevo vostri pareri e consigli in merito.

Grazie dell’ascolto e della comprensione

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

con due visite neurologiche negative e un’EMG dopo 8 mesi dall'esordio starei tranquillo, non vedo motivi di preoccupazione, peraltro Lei conduce una vita normale, compresa attività fisica senza impedimento di alcuna attività.
Si tranquillizzi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore,
Innanzitutto la ringrazio per la pronta e cortese risposta. Starò tranquillo.
Le volevo porre un ultimo quesito per avere un suo parere, se non arreco troppo disturbo: come le ho detto in precedenza ho avvertito fastidi al pollice della mano dx che in questi giorni si sono tramutati in doloretti (definirli forti dolori mi pare eccessivo) sparsi a entrambe le mani. No dolore, né gonfiore, né rigidità per adesso. Questi dolori li avevo già accusati 2 mesi senza apparente motivo e si erano risolti spontaneamente. Cosa potrebbero indicare secondo lei?
Un gentile saluto

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

questo non posso saperlo, la sintomatologia è molto sfumata e non indicativa di qualche condizione particolare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie dottore, molto gentile. Buona giornata

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Dott scusi sera disturbo nuovamente, purtroppo insieme ai dolori sparsi (ho prenotato una visita reumatologica),ho iniziato ad avere un problema: la notte mi si addormentano le mani ( certe volte la dx, altre la sx, una volta tutto il braccio..). La sensazione passa non appena posiziono l’arto verso il basso in pochissimi secondi...ho paura che sia un esordio di tunnel carpale correlato a qualche malattia reumatica.. con l STC basta posizionare l’arto verso il basso per far passare il fastidio?
Grazie davvero

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

per migliorare il fastidio di una sindrome del tunnel carpale è sufficiente scuotere l’arto o soltanto la mano interessata.
Nel Suo caso il disturbo potrebbe anche essere causato da compressione dei nervi dovuta a posture prolungate o poco corrette, questa è un'evenienza frequente a verificarsi.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro