Utente
Buongiorno! Da alcuni mesi ho un senso di intorpidimento al piede sinistro che pur non creandomi difficoltà nel camminare mi dà abbastanza fastidio perché mi accompagna durante tutta la giornata, anche quando sono stesa sul letto, o a riposo e mi rende un po' insicura nel muovermi.

Su consiglio del mio medico ho fatto un'elettromiografia agli arti inferiori che ha evidenziato"diffuse anomalie delle risposte muscolari tardive, indicative di sofferenza pregangliare cronica riferibile a livello delle ultime radici lombosacrali L4-L5-S1 bilateralmente, con prevalenza a sinistra".

A questo punto desidererei sapere se è possibile fare qualcosa, sia per approfondire il problema, sia per provare a risolverlo.

Oppure dovrò rassegnarmi ad essere accompagnata per sempre da questo fastidioso intorpidimento?

Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

può approfondire il problema indagando il tratto lombosacrale della colonna vertebrale mediante una RM.
Poi, in base ai riscontri dell’esame, il medico curante o, meglio, un neurologo deciderà come procedere.
Ovviamente il disturbo si può curare, dipende dalla causa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro