Utente 115XXX
Salve, ho appena scoperto il vostro sito e colgo l'occasione per porgere una domanda:

Da un pò di mesi soffro di un occasionale tremore all'ano, dal lato sinistro.
Adesso il disturbo si è intensificato, e quando è presente dura anche delle ore. Il termine esatto credo che sia fascicolazione muscolare, mi chiedevo se è possibile che sia presente in questa zona.
Quali possono essere le cause e i possibili rimedi?
Grazie di cuore

[#1]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)
CONVERSANO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se il problema riguarda esclusivamente la regione anale, probabilmente si tratta di uno spasmo dello sfintere e non di fascicolazione.
Consiglierei in tal caso una visita proctologica per la definizione precisa del problema.
Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#2] dopo  
Utente 115XXX

Salve, qualche precisazione: la regione sembrerebbe in particolare la zona del perineo lato sinistro.
E' un tremore interno e non superficiale quindi non percepibile con precisione, al tatto si percepisce appena. La sensazione avvertita è quella tipica di una fascicolazione oculare, ma è ritmica come se seguisse dei tempi ben precisi, con pause di qualche secondo e ripresa più prolungata, diciamo qualche minuto.
La sensazione è quella, comico a dirsi, di avere un cellulare che vibra nel perineo.
Svolgo una modesta attività ciclistica ed uso sellino anatomico a protezione della prostata, pensa che possa influire? infine potrebbe essere legato in qualche modo a problemi di prostata o pensa che sia un problema neurologico?

Grazie per la celere risposta

[#3]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)
CONVERSANO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

il disturbo non è di semplice inquadramento. Nel caso di fascicolazioni o miochimie si dovrebbe apprezzare il movimento delle fibre muscolari osservando la zona interessata (non è semplice, tuttavia potrebbe aiutarsi con uno specchio!).
In casi particolari si potrebbe richiedere uno studio elettromiografico della regione perineale (eseguibile soltanto in particolari laboratori di elettrofisiologia).
Richieda anche un esame completo del sangue, una visita neurologica ed una eventuale RMN del rachide lombo-sacrale + cauda equina.
Tanti saluti.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#4] dopo  
Utente 115XXX

Gentile Dott. ho fatto un controllo con l'aiuto di mia moglie e non si nota alcun movimento esterno, mentre io sento distintamente il tremore. A una valutazione più attenta sembra che provenga dalla prostata (non è localizzabile con precisione visto che è un tremore interno). In seguito alla lettura di un altro sito
http://prostatainforma.com/blog/?tag=curare-prostatite

in cui si descrivevano i sintomi della Prostatite mi sono ritrovato in alcuni punti:
Leggera perdita dell'erezione;
Eiaculazione precoce;
Eiaculazione diminuita di intensita’ e di quantita’;
Sgocciolio Terminale;
Tremore all’interno del retto;
Ho 48 anni e ho fatto da poco gli esami del sangue e il mio medico curante visionandoli non ha trovato alcun problema. Pensa che debba richiedere un controllo presso un urologo oltre gli esami che mi ha consigliato?

Grazie per la disponibilità, cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)
CONVERSANO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

un controllo urologico sarebbe opportuno.
Mi faccia sapere.
Tanti saluti.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#6] dopo  
Utente 115XXX

Gentile Dott. Muciaccia, le scrivo solo adesso dopo aver svolto indagini ed esami in merito per scoprire la causa del mio problema. Dopo la visita dall'urologo e un trattamento a base di antibiotici, a tutt'oggi sembra che il disturbo sia finalmente cessato. La ringrazio molto per la sua cortese disponibilità.

Cordiali Saluti