Utente 373XXX
Salve. ho 19 anni e sono affetto da Discalculia. La diagnosi mi è stata fatta un po tardi (a 16 anni poichè i prof pensavano che io non volessi studiare) Gentilmente le chiedo di rispondermi in maniera sincera, le dico questo perchè io dubito fortemente della mia intelligenza. Gli psicologi mi dicono che non solo ho una intelligenza nella norma ma di solito i DSA hanno una intelligenza superiore alla media senza danni neurologici. Ma francamente penso sia meramente una bugia dettami per farmi stare meglio. a scuola gli argomenti che mi piacciono stranamente li capisco facilmente anche solo leggendo, ma nei calcoli e nel ragionamento generale sono a zero, credo di avere anche leggeri problemi di memoria. Mi fecero vari test per la diagnosi tra cui quello dell'intelligenza, i test se non erro si chiamavano wisc e qualcosa; nel documento redatto c'è scritto che ho Discalculia tipo grave e gravità nei processi di AUTOMATIZZAZIONE (potrebbe spiegarmi cosa significa?) , mentre nel test di intelligenza mi è apparso un QI di 81, le sembra nella media? a me sembra un po basso altro che superiore alla media (anche perchè il ritardo mentale lieve si ha già a QI 74). Poi volevo chiederle perchè tutti voi ( neuropsichiatri e psicologi) dite che abbiamo una intelligenza superiore alla media e non ci sono danni neurologici? le chiedo scusa per tutte queste domande ma sinceramente ho bisogno di risposte sincere perchè questa cosa mi pesa anche perchè vorrei fare l'università e so che per me è impossibile laurearmi. "preferisco una TREMENDA verità, piuttosto che una bella bugia" perchè non voglio illudermi e non voglio essere illuso, quasi quasi sto pensando di avere un leggero ritardo mentale o che comunque lo avrò piu in la. Poi c'è qualcosa che posso fare per poter "guarire" da questa patologia? grazie e scuse in anticipo a chi mi risponderà :'''(

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo,

certamente risponderò in modo sincero a tutte le tue domande, ma credo con altrettanta sincerità che i danni maggiori siano stati fatti da chi pensava che tu non volessi studiare...

La stessa diagnosi che viene posta tardissimo mi dispiace molto e lo trovo molto doloroso, perché vedo ogni giorno che talvolta c'è un abuso e sembra che tutti i bimbi debbano sottoporsi a valutazione per il DSA e poi ci sono situazioni come la tua.

Probabilmente se la diagnosi fosse stata posta prima anche l'intervento sarebbe stato tempestivo e diverso.

Comunque, per rispondere alle domande:

1) i DSA non hanno nulla a che vedere nè con la pigrizia nè con la mancanza di intelligenza
2) i processi di automatizzazione riguardano proprio ciò che accade quando iniziamo ad imparare a leggere, scrivere e fare calcoli. Per un bimbo non è semplice, perché ha bisogno di esercitarsi molto prima che partano quegli automatismi che permettono poi di scrivere correttamente senza fatica, di manipolare lettere e numeri, di fare tutte le operazioni aritmetiche. Es un bimbo può imparare a calcolare 10-2 ma se non scattano gli automatismi non riuscirà a calcolare ad esempio 100-20.
3) Alla luce della diagnosi che spero sia stata fatta con diversi test, non solo con la wisc perché per il calcolo ci sono anche altri test specifici, ti è stata consegnata una relazione? Ti è stato proposto un intervento? Se sì, di che tipo?

Angela Pileci
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 373XXX

Dott.essa in primis grazie della sua sincerità e delle risposte. Dopo la diagnosi non mi è stato dato niente a parte il referto di certificazione della mia condizione, nè consigli, nè relazioni, niente. Questa cosa mi crea delle pressioni che lei non si immagina, sono intrappolato, non posso essere davvero me stesso, poichè io ADORO la cultura (scientifica) , amo anche leggere e capire le cose (sono molto curioso e riflessivo), ma il mio cervello è come quello di un ritardato mentale, certe cose le capisco facilmente come le ho già detto, ma TANTE altre cose altrettanto importanti non le capisco :( e come se un maratoneta all'improvviso perde l'uso delle gambe e non può più gareggiare, come si sentirebbe? be esattamente come me. La prego mi dica cosa posso fare per risolvere almeno un po questa situazione. Evito anche provarci con le ragazze perchè ho paura che mi prendano per stupido.

[#3] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Una volta che hai in mano la relazione o certificato che certifica la diagnosi posta attraverso i test, è il momento di capire con lo psicologo o neuropsicologo che cosa fare.

Fai attenzione perché non tutti gli psicologi si occupano di DSA, quindi scegli accuratamente uno psicologo che si occupi specificamente di DSA e che ti dica che tipo di riabilitazione sia il caso di fare.

Io purtroppo non so dirti se nella tua città/zona ci sono Centri che si occupano di queste problematiche, in ogni caso potresti provare a contattare privatamente alcuni Colleghi della Sua zona e domandarlo esplicitamente.

Da qui mi pare anche che un sostegno psicologico non ti farebbe male perché a causa di questa problematica sembra ci siano ripercussioni importanti sulla tua vita e sull'autostima.

Ti faccio tanti auguri per la soluzione del problema e per il futuro!
Ricorda che un DSA non ha niente a che fare con l'intelligenza o con la stupidità e che evitare le situazioni sociali non può fare altro che peggiorare la situazione per quanto riguarda l'autostima.

Angela Pileci
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica