Utente 398XXX
Salve , sono la mamma di una bambina di 3 anni . La mia piccola è sempre stata da quando è nata molto attiva tanto che non riusciva a stare ferma con braccia e gambe all'interno del passeggino . Si muoverà continuamente e in modo abbastanza veloce come se volesse dare pugni e calcetti (con forza ) ho chiesto al pediatra di questa stranezza e all'epoca mi rispose che poteva essere sintomo di apprensione e di eccitazione insomma non diede molto peso alla cosa. Quindi ci tranquillizzammo . Ad oggi vedo la mia bambina che ,all'età di 3anni , non è cambiata molto e cioè continua a non stare ferma un attimo salta in continuazione ,corre , anche se sta ferma a guardare la TV deve sempre essere in movimento con il corpo, movimenti quindi con piedi ,gambe o braccia . Quando è arrabbiata perché magari le diciamo di no per qualcosa tende a dare botte a chiunque o a buttarsi sul pavimento per piangere o stridulare (questo magari è un comportamento normale di una bambina capricciosa non lo so ) . Ci stiamo facendo queste domande siccome vediamo la differenza di comportamento con gli altri bambini della stessa età e che frequentano la sua scuola ,non che siano statuine ma tendono a muoversi e comportarsi normalmente . Per il resto è una bambina attenta , intelligente, ricorda facilmente moltissime cose o strade (tanto che se le chiedi in macchina di guidarti per andare da sua nonna o altro ti dice dove svoltare ecc ) , se presa con le buone è davvero un amore e riesce a rispettare anche le regole che le vengono imposte . Sinceramente chiedo scusa se la mia domanda può sembrare stupida e magari da mamma capisco che posso sembrare apprensiva ma non è così è solo che vorrei sapere se c'è da preoccuparsi per un comportamento del genere e quindi farla controllare da uno specialista oppure se sembra tutto normale .ringrazio anticipatamente .

[#1] dopo  
389412

Cancellato nel 2016
La iperattività (o ipereccitabilità) è un dato piuttosto frequente nei bambini, anche piccoli, e purtroppo in aumento.
Le cause sono molteplici, ma prevalentemente esterne (non dipendono cioè da malfunzionamenti congeniti del cervello) e risentono quindi dell'ambiente circostante, familiare, in primis, ma anche la scuola, altre persone che accudiscono il bambino.
In sostanza è una risposta esagerata agli stimoli, anche minimi, che il bambino riceve durante il giorno. Il sistema nervoso reagisce ai segnali in entrata, amplificando la risposta in uscita. I bambini che "non stanno mai fermi" con disperazione di chi sta intorno.
Quando sono piccoli, la cosa migliore è farli fare molta attività all'aperto, in modo da esaurire le batterie. Quando crescono e frequentano la scuola, le cose spesso si complicano con la formazione di una sindrome ADHD (Attention Deficit Desorders), che a volte va trattata anche con farmaci. In conclusione?
Alcuni disturbi dello sviluppo sono strettamente legati alle condizioni di vita ambientali e familiari, sui quali non sempre è facile intervenire.
Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Buonasera dottore La ringrazio per la risposta utilissima è chiarissima . Dovremo praticamente cercare di farle vivere una vita più serena e meno caotica ? Mi consiglia di approfondire questo problema ? Come dovrei comportarmi ? Effettivamente la bambina da quando frequenta la scuola (ottobre ) le cose sono peggiorate un bel po' nel senso che è più indisponente e tende anche ad essere aggressiva (con noi a casa ), mi è sembrato strano anche perché tutti mi dicevano che una volta iniziata la scuola sarebbe andata meglio . La ringrazio e le auguro buone feste