Utente 158XXX
Buonasera,
sono una dona di 54 anni, in menopausa da 7; non fumo da 12 anni, da tempo sono in terapia antipertensiva (Lortan 50mg, 1 al dì) e da un paio di settimane per il coloesterolo (Crestor 5 mg, 1/2 al dì); sono normopeso.
Ho effettuato una RMN cerebrale con e senza il mezzo di contrasto (per qualche forte mal di testa e per qualche inciampo nel fare le scale, come se un piede non si sollevasse in modo adeguato allo scalino).
Vi sarei particolarmente grata se voleste darmi delucidazioni e consigli sul referto, che un po' mi tiene in ansia e che di seguito vi invio:

Un po' ispessita la mucosa delle cavità paranasali.
Complesso ventricolare in sede di regolare morfologia ed ampiezza.
Normali le cisterne della base, le cisterne silviane, gli spazi corticali della volta.
Non malformazioni vascolari, non anomalie di sviluppo della struttura della linea mediana e della fossa cranica posteriore.
Qualche puntiforme alterazione di segnale del parenchima cerebrale sopratentoriale bilateralmente esiti di piccoli screzi vascolari ischemici.
Libere le cisterne pontocerebellari.
Dopo infusione di mezzo di contrasto non si rilevano impregnazioni patologiche a carico del parenchima cerebrale sopra e sottotentoriale.
Normale spessore e segnale della ghiandola ipofisi; normale il contentuto dei canali acustici interni.
Non segni di lesioni vascolari ischemiche recenti.

Il termine ischemia fa sempre molta paura.
Vi ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrete darmi.
Con cordialità e stima

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

non si preoccupi, questo tipo di referto è frequente nei soggetti che soffrono di emicranie.
Le alterazioni riscontrate (qualche puntiforme alterazione di segnale) sono prive di significato patologico. Comunque faccia visionare la RM al Suo neurologo.
Stia tranquilla e tenga sotto controllo pressione arteriosa, colesterolo e glicemia e pratichi costante attività fisica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro