Utente 162XXX
Salve, il seguente è l' rm encefalo eseguito a mio padre ( 59 anni).
Sulle immagini a TR lungo sono apprezzabili alcune minuscole focalità similgliotiche in sottocorticale frontale bilaterale, su probabile base vasculopatica.
Sistema ventricolare in sede e nei limiti dimensionali, con minima asimmetria dei corni frontali.
Esteso e marcato ispessimento dell'osso frontale in sede anteriore dx, con caratteristice di segnale compatibile con prevalente sclerosi; analogo reperto è presente a carico delle aree sfenoidali grande e piccola di dx; ne consegue lieve appoggio sulla corteccia frontale omolaterale e minima riduzione dell'ampiezza orbitaria dello stesso lato, con l'appoggio sul m. retto laterale ed assai lieve protusione del bulbo oculare corripsondente.
Il reperto può avere natura displasica senza escludere una origine sistemica alla luce del dato anamnestico, pertanto da rivalutare e quindi da controllare a distanza.
Minimo ispessimento parietomucoso delle celle etmoidali e dei seni fronatali.

Data la situazione abbastanza particolare, attendo con ansia un vostro parere sul da farsi. Vi ringrazio in anticipo per l'eventuale risposta.

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Sutera

28% attività
4% attualità
12% socialità
BAGHERIA (PA)
MARSALA (TP)
PETRALIA SOPRANA (PA)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Dovrebbe riportare altre notizie, principalmente per quale motivo ha fatto l'esame,e se soffre di qualche patologia, se vuole una risposta pertinente.
Cordialità.
Dr. Raffaello Sutera
Specialista in Radiodiagnostica
www.raffaellosutera.it

[#2] dopo  
Utente 162XXX

E' un paziente chemioterapico; ha effettuato 12 cicli di chemioterapia in quanto, un anno fa, gli è stato diagnosticato un tumore partito dal colon con associate metastasi al fegato. La situazione è comunque migliorata, pur essendovi ancora delle metastasi al fegato(anche se ridotte).
I medici sostengono che non ci siano collegamenti tra l'ispessimento del cranio e la malattia in atto, in quanto i sintomi legati al problema del cranio sono precedenti alla malattia.
L'esame è stato effettuato in seguito al gonfiore del cranio che si è fatto chiaramente visibile da 3 anni, anche se soffre di forti emicranie da 20 anni.Inoltre abbiamo riscontrato che i dolori diventano più intensi in seguito a colpi di freddo, con conseguente gonfiore dell'occhio destro.
Dopo una visita neurologica, ci è stato consigliato di effettuare la PET ma gli oncologi che hanno in cura mio padre la ritengono troppo invasiva.
Spero di essere stata chiara, La ringrazio comunque per aver preso in considerazione la mia richiesta.

[#3] dopo  
Utente 162XXX

a quanto pare non sono stata abbastanza chiara. però avrei desiderato almeno una risposta di questo genere data la situazione.

[#4] dopo  
Dr. Raffaello Sutera

28% attività
4% attualità
12% socialità
BAGHERIA (PA)
MARSALA (TP)
PETRALIA SOPRANA (PA)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Mi spiace se non ho risposto subito, in quei giorni ero a un congresso e non mi ero accorto che avesse risposto.
Questo ispessimento del cranio come scritto nel referto potrebbe essere una iperostosi o un grosso osteoma visto che è sclerotico, e il fatto che fosse pre-esistente al tumore effettivamente mi lascia pensare che non sia una localizzazione secondaria.
Rimango perplesso però circa la presunta invasività della PET, a meno che non ci siano problemi di allergie o di insufficienza renale o una storia di numerosi esami di TC con mdc effettuati negli ultimi due anni la PET la può fare benissimo.
Cordialità.

Dr. Raffaello Sutera
Specialista in Radiodiagnostica
www.raffaellosutera.it