Utente 166XXX
Una mia amica di 31 anni soffre da 3 anni circa di crisi sotto stress che le provocano una momentanea paresi a uno o più arti (dx o sx indifferentemente) o le bloccano la parola.
Si è sottoposta a risonanza per escludere altre cause diverse da sindromi psicosomatiche ma l'esito l'ha ancora più preoccupata. Lo riporto di seguito:

"RM ENCEFALO
Esame eseguito con apparecchiatura ad alto campo.
Indagine eseguita in tecnica SE e FAST-SE.
Ponderazioni in TI eT2 assiali, sagittali e coronali.
Sistema ventricolare soffo e sopratentonaie regolare per morfologia, volume e sede.
Spazi li quoral i peri enc efalici normorappresentati.
Non si apprezz;ano alterazioni intensitometriche significative a carico del tronco
encefalo, del cervelletto e degli emisferi cerebrali.
Normale aspetto del corpo calloso e della ghiandola ipofisaria.
Lungo il profilo dell'estremità posteriore del corno occipitale del ventricolo laterale
di sinistra è apprezzabile nelle ponderazioni FLAIR un area di morfologia allungata
secondo I'asse antero-posteriore iperintensa; la lesione non ha un corrispettivo T1.
Non appare neanche dare un sicuro giudizio sul suo compartimento, se cioè essa è il
risultato di un alteruzione di segnale endoventricolare o piuttosto dell'ependima
ventricolare stesso."

Gradirei sapere al di là del freddo referto cosa potrebbe comportare una simile situazione e se può avere una connessione con i sintomi riportati.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Sutera

28% attività
4% attualità
12% socialità
BAGHERIA (PA)
MARSALA (TP)
PETRALIA SOPRANA (PA)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
in queste situazioni è fondamentale visionare le lastre e sarebbe meglio che la sua amica le facesse vedere ad un neurologo che poi le farà una visita completa per chiarire l'origine dei suoi disturbi.
Saluti.
Dr. Raffaello Sutera
Specialista in Radiodiagnostica
www.raffaellosutera.it