Utente 116XXX
buongiorno, per problemi che mi porto dietro da anni mi hanno consigliato (il mio medico di base parlandone con un neurologo) una risonanza magnetica encefalo, tronco cervicale con mezzo di contrasto in quanto un paio di anni fa l'avevo già fatta ma senza nessun mezzo di contrasto. Sinceramente la cosa mi spaventa tantissimo, ho paura di avere qualche strana o grave reazione al liquido di contrasto.
È pericoloso questo contrasto? io so di essere allergica al paracetamolo e forse penicillina. C'è qualche esame del sangue da fare per essere sicuri di non correre rischi? se si potete indicarmi quali?
grazie mille in anticipo ma sono davvero terrorizzata da questa metodologia di esame.

[#1] dopo  
2114

Cancellato nel 2014
Gentile Utente,
le reazioni al mezzo di contrasto per risonanza magnetica sono rarissime e l'allergia al paracetamolo non la mette a rischio di reazione al mezzo di contrasto.
Piuttosto sarebbe utile sapere quali sono i suoi problemi che riferisce di avere da anni, anche per capire per quale motivo si richiede una risonanza col mezzo di contrasto. Qual era il risultato della risonanza di due anni fa?
Nell'attesa di maggiori informazioni le invio cordiali saluti.
Dott. Alessandro Pedicelli
Specialista in Radiologia
Neuroradiologia, Radiologia e Neuroradiologia Interventistica
www.vertebroplastica.it

[#2] dopo  
Utente 116XXX

buonasera, grazie mille per la celere risposta.
Provo a spiegare il più brevemente possibile la mia situazione.
Ho 27 anni e da anni soffro di "giramenti di testa", io li chiamo così ma oltre a quello ci sono anche altri sintomi difficili da spiegare. Sento come una sensazione di estraneità, confusione, mi sembra tutto strano e confuso e da li inevitabilmente mi parte l'ansia con tachicardia e sudorazione mani ecc..una volta sono finita anche al pronto soccorso perchè oltre a GIRARMI LA TESTA E NON CAPIRE PIÙ NULLA MI SENTIVO SPROFONDARE.. ho fatto una tac circa 6 anni fa al PS ma nulla di rilevante. dopo ulteriori controlli da neurologo, otorino, mi hanno tutti detto essere un problema di ansia, attacchi di panico oramai cronicizzati e depressione. Di solito questi "giramenti" mi venivano all'improvviso e duravano solo qualche minuto o qlc ora ma poi sono diventati sempre più frequenti e violenti fino a quando due anni fa facevo davvero fatica anche a reggermi in piedi, mi sembrava di sprofondare nel pavimento mentre camminavo, non volevo fare più nulla in quanto anche il solo mangiare mi risultava un'azione strana e mi faceva stare più male. Allora ho fatto ulteriori controlli tra cui la risonanza magnetica all'encefalo e non è emerso nulla di rilevante. Ovviamente mi hanno detto di nuovo tratarsi di ansia, e panico e quindi di curarmi con ansiolitici e antidepressivi. Ho provato anche con quelli (prendevo xanax da 0,25 due volte al dì e citalopram 20 mg 1 volta al giorno) e in quel periodo in cui stavo male sono stata un pò meglio ma non so se x le medicine o perchè sarebbero passati cmq da soli anche perchè nei due anni che ho preso queste medicine questi attacchi non erano spariti anzi.. alla fine ho deciso di smettere con questi medicinali anche perchè non ero seguita da nessuno in particolare se non dal medico di base che non si ricordava neppure che io stessi prendendo questi medicinali. Ora sono ancora nella situazione di due anni fa..giramenti tutti i giorni tutto il giorno, instabilità, confusione e tutto ciò che ne deriva. Parlandone col mio medico mi ha detto che neppure lui sa più dove mandarmi ed è x questo che ha parlato con questo neurologo che gli ha consigliato di farmi fare questa risonanza. Comunque è da anni che mi mandano da un medico all'altro e nessuno mi sa dare una risposta e sinceramente penso che siccome non sanno che dirmi riconducano tutto all'ansia. Premetto che due anni fa, dopo il forte episodio, oltre al citalopram ho deciso di provare ad andare anche da una psicologa (dalla disperazione le ho provate tutte) ma nulla. la testa gira e rigira e mi impedisce di avere una vita normale in quanto anche piccole cose come il guidare o il lavorare stanno diventando davvero difficili. andrò a fare anche un esame audiometrico e otovestibolare prima della risonanza ma anche in passato ho fatto visite da otorini ma tutto nella norma. Cosa ne pensate?
spero di essermi spiegata abbastanza.
Grazie mille per l'attenzione.