Utente 327XXX
Mia moglie ha 66 anni e alla neuropatia si e' aggiunto un microcitoma polmonare; entrambi da gennaio 2011. Per ulteriori controlli e' stata effettuata una r.m. Con gadolinio e il referto e' il seguente: sistema ventricolare in asse, di normale morfologia e segnale. Esito atrofico-malacico in sede cerebellare destra da pregressa lesione vascolare ischemica. Presenza di alcune aree iperitense in t2 in corrispondenza della sostanza bianca frontale bilaterale da riferire a gliosi da sofferenza ipossico-cronica. La somministrazione di mdc non determina impregnazioni patologiche. Alla luce di questo esito chiedo alla vostra decennale esperienza una interpretazione terra-terra del referto: devo preoccuparmi? Spero di no e in attesa della vostra risposta porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Mi scusi, ma "terra-terra" cosa c'entra la neuropatia diabetica?
Lei non ci riferisce se Sua moglie è affetta da tale patologia, ma descrive il referto di una RM encefalo che evidenzia solo gli esiti del pregresso fatto ischemico e delle piccole alterazioni dovuti alla vasculopatia cerebrale cronica.
Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano