Utente 170XXX
ho 57 anni e sono affetto da grave miopia degenerativa (oggi giunta in entrambi gli occhi a -36 /d) .

Da decenni, e sino all'anno scorso, sono riuscito a superare i disagi che la patolgia comporta con l'utilizzo di lenti a contatto che mi hanno consentito una discreta visione diurna binoculare (fino a 8/9 decimi), anche se - col passare degli anni- si è ridotta sempre più al calar del sole, e alla luce artificiale.
Da dieci mesi circa, nell'occhio destro accuso l'insorgenza di una macchia grigia (con ai margini una distorsione dell'immagine) che impedisce la visione centrale completa , con la conseguenza che la mia vista è affidata praticamente all'OS, anatomicamente assai simile all'OD.
Gli esami svolti (fluorangiografia (FAG) e angiografia al verde di indocianina ) hanno escluso la presenza di neovascolarizzazioni sotto -retinica, e confermato la presenza di vasta area di atrofia corio-retinica peripapillare con vasta lacuna vitreale posteriore, depigmentazione retinica diffusa(rilevate anche nell'OS)che si estende sino ad occupare gran parte dela regione maculare, con opacità iniziali della corticale posteriore della lente .
Sono disperato, in quanto il mio medico mi ha detto, forse in maniera pittosto cruda, ma anche con apprezzabile franchezza, che non esiste al momento alcun rimedio praticabile. e che è necessario fare gli scongiuri affinchè la stessa cosa non succeda anche all'altro occhio,ove l'area di atrofia lambisce appena la regione maculare.
Le cose stanno proprio così? e, comunque,cosa posso fare, oltre al monitoraggio periodico (ma ogni quanti mesi?), per evitare tale rischio, o anche solamente allontanarlo il più possibile?
Assumo regolarmente integratori alimentari (LuteinOfta, Mirtillus Plus,Vitreosan) e, come farmaci, Venoruton 500.
Noto che l'episodica assunzione di Dansen provoca una scoloritura della macchia.

Potreste darmi consigli e informazioni su possibili rimedi? indicarmi qualche alternativa più efficace, e più consona al mio caso?
Vi prego, ho tanto bisogno di aiuto, perchè vivo ormai nell'incubo di diventare cieco e, a quel punto, la mia vita non meriterebbe di essere vissuta.
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, credo, in base a quello che ha scritto,che pur comprendendo la sua sacrosanta preoccupazione per il problema che l'affligge, non ci siano in realtà cure miracolose che possano aiutarla. L'assunzione di integratori, una vita sana con alimentazione equilibrata e controlli frequenti (anche trimestrali) ritengo che sia il consiglio migliore, non è detto che l'trofia maculare debba occorrere anche nell'altro occhio e la prevenzione spesso consente di individuare precocemente alterazioni vascolari e distrofiche in area maculare ed indirizzare verso trattamenti che non sempre sono solo palliativi. Tanti auguri.
Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo