Utente 176XXX
Salve, ho 38 anni, sono fortemente miope (circa 13 diottrie per occhio) e anche astigmatico (circa 2 diottrie per occhio). Circa 6 anni fa feci un paio di visite per verificare se potessi sottopormi ad un intervento correttivo della miopia tramite laser. Dai test fatti per valutare la mia compatibilità, risultò che a causa dello spessore della cornea sarebbero riusciti a correggermi solo parte del difetto, lasciandomi un residuo di circa 4/5 diottrie. Mi consigliarono quindi di non fare l'operazione. Io concordai. Premesso che non sono interessato a interventi con impianti di cristallino, potreste, gentilmente, farmi sapere se le tecniche laser rispetto a 8 anni fa si sono evolute e quindi ci sia la possibilità di una risoluzione completa del mio problema? Mi conviene riconsultare uno specialista o tutte le tecniche, in linea di massima, sono rimaste a come erano 6 anni fa?
Grazie anticipatamente per il tempo e la cortesia.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, le tecniche si sono senz'altro evolute, ma se la limitazione era lo spessore corneale, temo che nel suo caso le cose siano rimaste come lei le conosce.

cordialità
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 176XXX

Lo sospettavo... :-( Che tristezza!!!
La ringrazio per la sue celere risposta
Buona serata

[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
buona serata a lei.
cordialità
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo