Utente 178XXX
Ho notato che la mattina dopo aver pianto mi sveglio sempre con gli occhi notevolmente gonfi. Più ho pianto, e peggiore è la situazione la mattina dopo. In particolare, nei casi peggiori, si tratta di un gonfiore tale da impedirmi quasi di aprire la palpebra, la sento pesante, calda, e alla vista appare moooolto ingrossata, parecchi millimetri di spessore, e sembra quasi trasparente, si vedono i capillari, sembra quasi che si possa bucare con uno spillo e fare uscire l'acqua (per rendere l'immagine, tranquilli, non ho mai provato).
Parlo di entrambe le palpebre, ma con maggiore evidenza quella superiore.
Succede SOLO ed ESCLUSIVAMENTE dopo aver pianto e dormito. Cioè, subito dopo aver pianto gli occhi si presentano leggermente gonfi, in modo "normale" per lo sforzo, ma è solo dopo essermi coricata e aver dormito che il gonfiore si presenta in modo così imponente. Ovviamente comportando grave imbarazzo, perchè è ESTREMAMENTE evidente.
Quando non piango mi sveglio con gli occhi normalissimi. Per averlo sperimentato anni, sono ormai sicura che il problema sia legato al pianto.
Non soffro di allergie, nè altri disturbi oculari.
Ho notato che l'unico modo per alleviare il problema è cercare di dormire in posizione seduta, col busto eretto. Se ci riesco, il problema la mattina dopo è meno visibile. Altrimenti, una volta che "il danno è fatto", nessun metodo tradizionale aiuta a sgonfiarli: ghiaccio, camomilla, cucchiaini freddi, sciacqui di acqua fresca, cetrioli... nulla. passa solo aspettando a lungo, solitamente di sera è passato.
A che cosa può essere dovuto questo sintomo? come posso sgonfiare i miei occhi?

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, è fin troppo scontato consigliarle di non piangere prima di dormire, detto questo se il problema si presenta solo in questa evenienza credo che sia un fatto costituzionale legato ad uno stress delle struttre vascolari,lacrimali e linfatiche dei suoi occhi, non credo che siano consigliabili farmaci di nessun tipo,forse dopo aver pianto potrebbe applicare del cotone imbevuto di acqua fresca, ma il consiglio migliore è quello di addormentarsi con il sorriso e di allontanare le situazioni e le persone che la fanno piangere così tanto, non ne vale quasi mai la pena specialmente alla sua età, mi creda.
In bocca al lupo

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 178XXX

La ringrazio, è fin troppo scontato dirle che cerco il più possibile di evitare le situazioni che mi portano a piangere, ma quando succede evidentemente è stato inevitabile.
Proverò ad applicare il cotone imbevuto di acqua fresca, anche se ricordo di aver provato qualche volta anche questo metodo con blandi risultati.