Degenerazione maculare senile - tempestività rimedio

Buongiorno, ho bisogno di aiuto per mia madre, a cui, all'età di 78 anni hanno diagnosticato una degenerazione maculare senile all'occhio destro.
Di seguito elenco gli ultimi tre certificati, chiedendovi qualsiasi consiglio possa aiutare mia madre (l'ultimo certificato è dello specialista che scrive al dottore di fiducia):

CONTROLLO DEL 14.01.2010
OCT
OD l’esame tomografico della regione maculare mostra la persistenza della depressione fisiologica, lieve distrofia EPR.
OS l’esame tomografico della regione maculare mostra persistenza della depressione fisiologica, ispessimento della MLI nodulo del EPR non segni di CNV
OO esame tomografico della regione papillare mostra uno strato delle fibre nervose nella norma
14.01.2010
____________________________

CONTROLLO DEL 19.11.2010
OCT
OD profilo foveale alterato per la presenza di un aspetto spugnoso della neuroretina con spazi iporiflettenti come da edema intraretinico in paziente con DMLE complicata da cnv in fase di attività
Spessore maculare medio 394 micron, spessore centrale 452 micron, volumetria 14.2 mm cubici
OS olivus foveale presente, ma asimmetricosi apprezza ispessimento della mli, si apprezza riduzione dello spessore retinico in sede maculare
Il segnale di apertinenza della giunzione segmento esterno-segmento interno del fotorecettore è discontinuo
non segni tomografici di attività neovascoalre
spessore maculare medio 254 micron, spessore centrale 211 micron, volumetria 9,1 mm cubici
19.11.2010
______________________________

CONTROLLO DEL 29.11.2010
Purtroppo il danno maculare di OD è tale da rendere vano ogni tentativo di terapia.
Ho ripetuto l’OCT in OS, considerando ……….. (l’obiettività?) rilevata nel gennaio
L’OCT trich…… special …… ha infatti evidenziato l’attività segnalata precedentemente (verosimile “polipI” di ivuc compensata)
Ho pertanto consigliato controlli ogni 3 mesi
29.11.2010
_________________

Ringrazio per l'attenzione che vogliate rivolgermi
[#1]
Dr. Antonio Pascotto Oculista 3k 84 193
Gentile utente,

Ciò che ha scritto il collega alla visita di controllo è vero ma, dalla nostra esperienza, risulta che le iniezioni intravitreali di antivegf possono essere utili "anche" per ridurre l'edema intraretinico, pur in assenza, come dichiarato, di attività neovascolare.

Pertanto, se la paziente fosse mia madre, almeno un tentativo lo farei...

In bocca al lupo!

Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ringraziandola per la celere risposta, le chiedo se tali iniezioni possono essere eseguite in qualsiasi ospedale/ambulatorio o se occorrono determinate competenze.
Grazie
[#3]
Dr. Antonio Pascotto Oculista 3k 84 193
Caro utente,

Le iniezioni intravitreali si eseguono in sala operatoria e, per poterle fare, occorre essere specialisti in oculistica.

Grazie a Lei!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve, considerato che mia madre, in undici mesi ha perso completamente la vista in un occhio (a gennaio 10/10, a novembre 0), siamo preoccupati e concentrati nel cercare di salvare almeno il secondo.
Lo specialista che ha redatto l'ultimo certificato ha consigilato visite trimestrali ma io mi chiedo se esiste uno o più test e dove posso acquistarli, facili da utilizzare anche da parte di mia madre, per capire in anticipo o comunque in tempo per intervenire, se la degenerazione maculare sta intaccando anche l'altro occhio?
Grazie
[#5]
Dr. Antonio Pascotto Oculista 3k 84 193
Buongiorno!

Per limitare il rischio che la degenerazione maculare colpisca anche il secondo occhio, è utile assumere degli specifici integratori alimentari ed eseguire con cadenza settimanale il Test di Amsler, che troverà nel link:

http://www.oculisticapascotto.it/cms/index.php?section=49

Saluti!
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, vi scrivo per aggiornarvi sulla situazione in quanto a mia madre, è scesa una cataratta sull'occhio vedente e siamo indecisi sulla possibilità di operarla o meno. Ci sono controindicazioni a 81 anni?
Ringrazio anticipatamente
[#7]
Dr. Antonio Pascotto Oculista 3k 84 193
No, non ci sono controindicazioni. Sua madre potrà avere grandi benefici dall'operazione per cataratta, anche ad 81 anni.

Buona domenica!

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test