Deformazione visiva delle linee

Buongiorno, Vi scrivo per un problema visivo che da qualche giorno avverto.
Premetto che da tempo sono affetto da mosche volanti con le quali ormai ho imparato a convivere e premetto che le stesse non sono peggiorate negli anni.
Da un po' di tempo, invece, quando mi sveglio spesso ho l'occhio destro rosso, con i vasi sanguigni che si vedono tantissimo e da qualche giorno sempre da questo occhio vedo le linee orizzontali deformate.
Mi spiego meglio.
In pratica se guardo in un foglio di carta o al computer una linea orizzontale, vedo come se la stessa sia deformata da una goccia d'acqua che si sposta lungo la linea orizzontale.
E' un fastidio che avverto solo in immagini piccole con deformazioni di 1 o 2 millimetri al massimo.
I tempi per una visita convenzionata sono molto lunghi, è il caso di preoccuparmi e cercare uno specialista a pagamento o posso aspettare qualche mese?
Grazie anticipate.
[#1]
Dr. Demetrio Romeo Oculista 509 10 2
I sintomi che manifesta fanno pensare ad una possibile maculopatia, ad esempio ad una corioretinite sierosa centrale. In ogni caso la comparsa di deformazione dell'immagine è considerato un sintomo importante con indicazione alla visita oculistica da effettuare in tempi brevi ed eventualmente da approfondire con esami strumentali quali OCT e Fluorangiografia.
Cordiali saluti

Dr. Demetrio Romeo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egr Dott Romeo, grazie per la sua tempestiva risposta; proprio stamattina ho passato una prima visita, Cornea regolare, pressione regolare, scarsa lacrimazione, lieve congiuntivite.
Il 6 maggio dovrò eseguire: Studio del campo visivo, esame del fundus oculi,Studio della motiliyà oculare e Test funzionali obiettivi dell'occhio.
La terrò informata.
Cordiali Saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Egr Dott Romeo, ho fatto tutti gli accertamenti fino alla Fluorangiografia.
In merito all'os tutto ok.
Questi i risultati in merito all'occhio dx rissunti.
VISTA 10/10 con gli stessi occhiali di 4 anni fa che correggono una miopia di - 2.
Campo visivo SENSIBILITA FUORI DALLA NORMA.
o c t
Profilo e spessori retinici nella norma con presenza della fisiologica depressione foveale. Piccolo sollevamento iperriflettente a livello dell'EPR parafoveale temporale, con probabile soluzione di continuita' della membrana
di Bruch.
In merito alla Fluorangiografia, il cui referto è praticamente incomprensible perchè scritto a mano con calligrafia indecifrabile posso dire solo che il medico mi ha detto che non è possibile ancora decifrare di cosa si tratti, si vedono tre palline bianche, molto vicine, non vascolarizzate.
Ripetere O C T fra 30 giorni.
Io mi chiedo come mai ripetere oct e non la Fluorangiografia che dovrebbe essere più precisa?
Aggiungo che la deformazione delle immagini varia spesso da giorno in giorno, 2 giorni fa vedevo anche i fili della corrente elettrica delle strade deformate, i cancelli, gli spigoli dei mobili.
Oggi, fuori non ho alcun problema, davanti al pc vedo a volte qualche linea debolmente deformata che per vederla deformata quasi mi debbo impegnare, e ieri, giorno in cui ho fatto la Fluorangiografia era proprio così, impercettibile.
Quando ho detto questo particolare al medico che me l'ha eseguita mi ha voluto controllare nuovamente con l'O C T ma non ha rilevato formazione di liquido.
Un ultima cosa, oggi ho ritirato delle analisi cliniche ho certi valori alterati, che sono:
Albumina 65.00 un po' alta( si mantiene tra 65.00 e 66.00 dal 2009)
Alfa 1 1.89 un po' bassa
Alfa 2 6.60 un po bassa
Magnesio 1.70
Con glicemia 84 che penso sia normale.
Ci può essere una relazione con la retina?
Grazie anticipate.
[#4]
Dr. Demetrio Romeo Oculista 509 10 2
Non credo che i valori emato-chimici abbiano attinenza con i suoi disturbi. Mi risulta difficile commentare il referto dell'O.C.T. (che farebbe pensare a piccoli depositi chiamati Drusen) perchè solo chi esegue l'esame si trova nella condizione migliore per orientare la diagnosi.
Quanto all'esame da ripetere nel tempo, è sicuramente l'OCT perchè non necessita di mezzo di contrasto. Si tende a ripetere la fluorangiografia solo se si notano modificazioni del quadro clinico.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Bunogiorno, la informo che la dottoressa con la quale ho deciso di tenermi sotto controllo mi ha consigliato anch'essa come gli altri un controllo tra un mese, perchè ancora non si capisce bene cosa possa esser, in attesa mi hanno prescritto, Nevanac coll, Zeta mac cps.
La terrò informata.
Dispongo dell'oct e fluorangiografia sul pc, mi piacerebbe potergliela inviare per un suo parere, è possibile?
Grazie.
[#6]
Dr. Demetrio Romeo Oculista 509 10 2
Temo non sia possibile inserire immagini in questo spazio. Inoltre è difficile valutare esami sottoposti a scansione perchè alcune tonalità si modificano.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Carissimi dottori, desidero informarvi delle mie conclusioni in merito al problema, adesso che sono passati alcuni anni. In pratica il problema è causato da un qualcosa che spunta tra la sede naturale della retina e la stessa, distaccandola dalla sua sede e quindi causando le deformazioni visive in quel punto. Come cura ho solo preso per un po' di tempo degli integratori, e basta, ma la cosa che voglio far presente è che non mi è mai stato detto, perchè non l'hanno mai scoperto, cosa fosse questa cosa che spunta e cresce sotto la retina. Io negli anni ho potuto scoprire che, se per un periodo, mangio senza limitarmi ( Io non sono una persona obesa) dicevo se mangio senza limitarmi mettendo su qualche Kg, il problema si ripresenta nelle sue forme peggiori. Se riprendo a mangiare normalmente, tipo, pasta a pranzo e insalata, il secondo la sera e colazione leggera, il problema si riduce al minimo, in meno di un mese. Ora vi chiedo, a questo punto, potrebbe essere grasso quello che spunta e distacca la retina dalla sua sede naturale? Per poi ritornare al proprio posto in caso di dieta? Grazie anticipate

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test