Utente 205XXX
Salve! Vorrei illustrarvi un problema che riscontro da ormai qualche anno. In pratica dopo 10-15 minuti che inizio attività fisica aerobica, che sia corsa, tennis, calcio, ecc inizio ad avere delle strane sensazioni alla vista, che noto meglio se guardo qualcosa a sfondo chiaro e luminoso, tipo il cielo, come tanti puntini piccolissimi trasparenti che si muovono e dei piccolissimi filamenti, sempre trasparenti. Questa sensazione si protrae per tutta la durata dell'attività e massimo per l'ora successiva, poi passa. E' da premettere però che mi capita saltuariamente di fare attività fisica e che quindi sono poco allenato. Se può essere rilevante il neurologo qualche mese fa mi disse che soffrivo di emicrania da sforzo con aura, ma il mal di testa mi compare solo quando faccio sforzi eccessivi, mentre quei disturbi alla vista di cui parlavo su mi compaiono sempre, ogni volta che faccio attività fisica. Oggi inoltre, alla fine della seduta, mentre correvo, ho avuto un appannamento della vista nella parte inferiore sinstra dell'occhio sx e per questo motivo mi sono fermato e sono tornato a casa; poi tutto nel giro di 5 minuti è tornato normale. E' stata la prima volta che mi è successa una cosa del genere! Eppure l'oculista nell'ultima visita (3-4 mesi fa) mi disse che tutto era nella norma. Cosa può essere? Devo farmi misurare la pressione oculare? Sono preoccupato perché questo mi trattiene molto dal fare attività fisica! Vi ringrazio anticipatamente dell'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, probabilmente quelle che vede sono delle miodesopsie (micridegenerazioni del corpo vitreo) che non hanno significato patologico, l'appannamento della vista di oggi potrebbe essere un fenomeno di aura senza cefalea, ma se continuano questi episodi è bene ripetere una visita oculistica, beva tanta acqua.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo