Utente 214XXX
Salve, sono un ragazzo diciottenne in stato di buona salute, senza patologie oculari e non pregresse e vorrei eseguire un intervento di chirurgia refrattiva con tecnica PRK per la correzione di miopia e astigmatismo (ambedue di grado medio-grave) per OS e OD in una stessa seduta operatoria.
Vorrei sapere se questo intervento è indicato per la mia fascia di età e se è possibile eseguirlo in sedazione profonda o in anestesia generale.
Devo tentare il concorso in accademia e il mio visus naturale non è sufficiente e il mio visus corretto richiede lenti con troppe diottrie.
Ringrazio e porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Caro utente,

La miopia medio-grave viene generalmente trattata con successo con il laser ad eccimeri, sia con tecnica PRK sia con la più evoluta FemtoLasik, che però non è ammessa per superare i concorsi nelle Forze Armate. L'intervento può essere svolto contemporaneamente in ambo gli occhi (è anzi consigliato). Per essere considerati idonei, è opportuno avere almeno 18 anni e che la vista sia stabile da almeno un anno: se la miopia è ancora in evoluzione, c'è poi la possibilità di avere un lieve... "ritorno" della miopia dopo qualche anno, che è eventualmente possibile ritoccare.

Trattandosi di un intervento in cui non si avverte NESSUN DOLORE (con la PRK il dolore si sente solo nelle ore successive all'operazione, e può protrarsi per due o tre giorni), non è consigliata l'anestesia generale. Al massimo, si può optare per una blanda sedazione...

Per eventuali approfondimenti, può collegarsi al link: http://www.oculisticapascotto.it/cms/index.php?section=18

In bocca al lupo!
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#2] dopo  
Utente 214XXX

Gent.mo dott. Pascotto, la ringrazio per la risposta tempestiva ed esauriente. L'unica riserva che nutro verso l'intervento di correzione con tecnica PRK è legata ai tempi di recupero. Mediamente entro quanto tempo sarò in grado di leggere, scrivere e lavorare al pc? Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2001
I tempi di recupero sono molto variabili ma, mediamente, dopo 10-15 giorni si riesce a fare un po' tutto, anche se ci può ancora essere qualche difficoltà.

Grazie per le parole di apprezzamento,
AP
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#4] dopo  
Utente 214XXX

Sono mortificato per il fatto di dover disturbare ancora una volta ma il mio oculista di fiducia, che mi segue da diversi anni, interrogato sulla possibilità di fare l'intervento mi ha vivamente sconsigliato di sottopormi a tale procedura prima dei ventisei anni. Tuttavia ha detto che volendo, l'intervento è possibile anche se non raccomandato. Chiedo anche a lei un secondo parere e magari delucidazioni in merito. La informo che anche sulla base di quest'ultima visita medica con controllo del fondo oculare non sono state riscontrate anomalie

[#5] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2001
Ovviamente, se l'intervento viene fatto oltre i trent'anni, ci sono minori possibilità che la miopia possa nuovamente evolvere, ma nulla vieta di intervenire ben prima, anche intorno ai 18 anni, se sono presenti esigenze specifiche, come questioni personali o concorsi militari.

Non si mortifichi. Quando posso, rispondo con piacere!
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#6] dopo  
Utente 214XXX

Gentile dott. Pascotto,
sono uscito ora dalla mia terza visita oculistica.
Ho consultato diversi specialisti per cercare di ottenere una risposta definitiva ma sembra che sui limiti di età tutto sia soggettivo e basato sull'esperienza-opinione del chirurgo oftalmologico in questione.
Alla prima visita, come già detto mi hanno posto il limite di 26 anni.
Alla seconda di 21 anni.
Alla terza di 23 anni.
Sinceramente non so che pesci prendere e in tutto questo marasma non sono nemmeno riuscito a capire quali siano i possibili rischi effettivi della chirurgia refrattiva fatta all'età di diciotto anni. C'è il rischio di un peggioramento della vista irrimediabile ? Distacco della retina? Patologia corneale? Cecità?
La prego, mi dia una risposta perchè davvero io non so dove andare a parare

[#7] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2001
Caro utente,

L'unico rischio "concreto" è che ci possa essere un'ulteriore evoluzione della miopia ma, quand'anche ciò dovesse accadere, sarebbe sempre possibile effettuare un ritocco, anche a distanza di anni, per ottenere nuovamente l'emmetropia, ossia una visione soddisfacente senza occhiali né lenti a contatto.

Buon fine-settimana!
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it