Utente 219XXX
Salve, ho subito un intervento di cataratta il 29 giugno 2011. Dopo 20 giorni dall'intervento è risultato dai medici, dopo numerosi visite, che la lente posta sull'occhio sx era una gradazione sbagliata. Per risolvere il problema avrei dovuto mettere gli occhiali oppure fare un secondo intervento per la sostituzione della lente. Per mia scelta è stato fatto il secondo intervento (Molto doloroso, ai limiti della sopportazione). Durante l'intervento per una emorragia interna mi è stato messo un punto di saturazione. Dopo svariate visite, ancora oggi è risultato sul secondo intervento che la lente è spostata, obliqua, per cui ci sarebbe bisogno di un terzo intervento per sistemarla. I problemi sorti durante il secondo intervento sono: Luce molto fastidiosa che non mi fa vedere bene ed altre cose. I medici mi hanno suggerito di fare il terzo intervento ma io non ne' sono convinta perchè non so se risolverebbe la situazione.

Cosa devo fare ?

E poi potrei citarli per i danni ?

Attendo risposta,
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
una complicazione durante un intervento chirurgico così delicato ci può essere,
qui l'errore sembra però pre-operatorio circa la corretta biometria e quindi la scelta opportuna della IOL (lentina intraoculare).
Sarebbe opportuno sicuramente il terzo intervento.
per quanto invece riguarda il suo dubbio circa implicazioni medico legali, può contattare a FIRENZE il dottor VINCENZO DE VITTO
bravissimo Medico oculista
ed acclarato medico legale
a presto
SUO DOC
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 219XXX

Egregio Dr.Luigi Marino,
La ringrazio per la tempestiva risposta e volevo farle sapere che sulla seconda operazione è stato danneggiato sicuramente qualcosa per cui c'è stato un cumulo di sangue che non si riassorbiva. Sono state fatte 3 punture dentro l'occhio e l'ultimo esame ha rilevato un infiammazione da dover curare con delle pasticche ma sembra (per sentito bisbigliare) che sia una ciste, possibile ? In piu', non c'è possibilità nella pupilla di stringersi e di riaprirsi quindi la luce, come detto, è una cosa che da tantissima noia.
La mia domanda è: Se supponiamo facessi un altro intervento che riporterebbe la lente nella maniera giusta e levata la piega che è evidente sulla lente, si rischia come l'altra volta di soffrire e soprattutto di ridrizzarla visto che è molto attaccata alla pupilla, come la prima ? E poi è consigliabile visto che è stato svolto in un ospedale, fare causa allo stesso ?

Grazie
Cordiali saluti,
Lia

[#3] dopo  
Utente 219XXX

Inoltre vorrei un'altra info, siccome ho questo problema della luce che mi da noia e sbandamento non sarebbe meglio se mi mettessi una benda ? Vorrei anche dire che la pupilla del mio occhio è dilatata.

Aspetto notizia, grazie

[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
mia cara Signora
andrebbe visitata per studiare bene il caso
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333