Utente 278XXX
Salve, ho un problema agli occhi mi bruciano.
Allora sono andato dall'oculista circa 30 giorni fa e gli ho detto che solo quando sto davanti alla console,televisione e computer mi bruciano gli occhi, invece quando non guardo una fonte diciamo video sto tranquillo.
E quindi mi ha fatto la visita e mi ha detto che ho un po di astigmatismo e mi devo mettere gli occhiali.
Mi sono messo gli occhiali ma dopo qualche giorno mi bruciavano sempre quasi allo stesso modo.
E allora sono andato di nuovo dall'oculista gli ho spiegato il problema mi ha visitato di nuovo, e mi ha chiesto se sono allergico e io gli ho risposto di si e mi ha detto che questa era la causa del bruciore agli occhi e mi ha prescritto questo collirio " ketofitil 0,05% collirio, soluzione".
Ho messo questo collirio per 12 giorni ma poi si e ripresentato il problema e sinceramente mi sto incominciando a preoccupare. Cosa può essere allora?
N.b. Io sono stato sempre allergico al polline e i sintomi dell'allergia erano naso chiuso e impossibilità di respirare.
E infine preciso due cose una che mi bruciano solo quando sono davanti una fonte video e l'altra che non presentato segni di arrossamento.
Grazie attendo una vostra risposta il più presto possibile.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Di Clemente

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Caro sig.re,
certamente sia gli occhiali astigmatici che il Ketoftil coll. le hanno fatto bene, in quanto si pongono come una terapia mirata e causale al sovraffaticamento visivo dovuto all'uso del videoterminale ed alla congiuntivite allergica.
Tuttavia è facilmente comprensibile come tali presidi, per quanto assolutamente idonei, non siano in grado di eradicare una condizione di allergia sistemica, con inevirtabile coinvolgimento oculare.
Pre tali motivi io proporrei, nel suo caso, di associare ad essi una costante attenzione diagnostica e terapeutica verso la sua , verosimilmente probabile, congiuntivite allergica, a cui a ssocierei una protratta terapia sistemica, probabilmente omeopatica, ad ampio raggio, cioè sia drenanteil mesenchima che antiallergica propriamente detta,
Da tale iter terapeutico mi aspetterei un miglioramento stabile del quadro sintomatologico.
Ma , aspetto non certo secondario, in tale tipo di approccio terapeutico è necessario che il paziente accetti con calma e serenità i tempi lunghi, il variare delle terapie, il succedersi di fasi di acuzie alternate a fasi di remissione.
Cordiali saluti
DDC
Dr. DANIELE DI CLEMENTE