Utente 809XXX
Buonasera,

sono mamma di una piccola che ha quasi tre anni; il 17 luglio, dopo diverse giornate all'aperto e con il sole, l'ho portata dall'oculista perchè avevo notato, nell'occhio destro, un pò di rossore localizzato e un pò di gonfiore della congiuntiva (in pratica sul bordo della parte scura dell'occhio mi sembrava di vedere uno "scalino" bianco), la diagnosi è stata "congiuntivite allergica occhio dx" e la terapia consigliatami è stata del collirio Lotemax 1 goccia al giorno per dieci giorni in entrambi gli occhi. Il secondo giorno ho sospeso il trattamento perchè gli occhi erano diventati molto più rossi e il sinistro molto gonfio (al mattino si era svegliata con le palpebre "appiccicate" con una secrezione non abbondante ma gialla), sento la pediatra che mi consiglia una terapia a base di tobral collirio e lacrime artificiali, intanto la faccio visitare da un altro oculista che mi dice che sembra un occhio allergico che ha sviluppato una infezione: tobradex collirio per sette giorni + antistaminico sistemico, e dopo due giorni di tobral, al mattino comincio la terapia con tobradex, le cose sembrano andare decisamente meglio già dalla seconda instillazione...alla fine dei sette giorni la cosa sembra risolta, l'oculista mi consiglia un mantenimento con etacortilen per una settimana tre volte al giorno, ma al secondo giorno l'occhio, subito dopo l'instillazione, si arrossa di nuovo e si ricomincia daccapo.....Ora, a distanza di quasi un mese la situazione è questa (DA TRE GIORNI MI RIFIUTO DI METTERLE altRO CHE NON SIANO LACRIME E ACQUA BOLLITA E RAFFREDDATA, TRA L'ALTRO LA PICCOLA CHE E' SEMPRE STATA COLLABORATIVA ORA NON VUOLE PIU' FARSI VEDERE GLI OCCHI), al mattino mia figlia si sveglia con gli occhi rossi, ma con l'ammiccamento durante la mattinata la sclera sembra chiara e lei non mostra fastidio, dal pomeriggio inoltrato ricomincio a notare che ammicca e rotea lo sguardo, si stropiccia con vigore e, prima di andare a letto gli occhietti sono decisamente molto arrossati, con la sclera che sembra "ruvida" e con delle secrezioni, evidenti già all'interno dell'occhio, come filamenti trasperenti che si accumulano al bordo dell'occhio e che ritrovo al mattino ben aderenti alle ciglia, gialle...cosa è opportuno che faccia adesso?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
la bambina ha sicuramente una congiuntivite con una componente catarrale ( il giallo sulle ciglia )
se ha difficolta' ad instillare il collirio
e questa azione e' davvero difficile a volte anche per noi medici ed infermieri...
provi con una detersione delicata con prodotti specifici tipo iridium garze sterili e lacrisek spray baby...
la sera
mentre la piccola dorme potra' effettuare questa operazione ed applicare collirio in GEL o pomatine con antibiotico e cortisone
su starbene di agosto
trova a pag 89
un articolo su come trattare le congiuntiviti....
a presto
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 809XXX

Gentile dottore,

Grazie per la risposta, in effetti anche se sette giorni di terapia con antibiotico e cortisone li ha già fatti, avevo pensato anche io di riapplicare solo a sera la pomatina...un oculista che l'ha visitata pero' ha escluso si possa trattare di infezione ed insiste che questo tipo di secrezioni gialle possono anche esserci in caso di congiuntivite allergica...sono confusa...
Come faccio a differenziare le cose?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
me la porti
a settembre
la vedo volentieri
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333