Utente 356XXX
Buongiorno,
vorrei richiedere un chiarimento riguardo la diplopia da ipertiroidismo:
sono stata operata di tiroidectomia totale 10 anni fa per carcinoma papillifero. Da allora assumo eutirox quotidianamente come terapia sostitutiva. A volte devo variare la dose dello stesso per adattarla. Circa 6 mesi fa sono passata da un dosaggio di 125 die a 150 poichè dagli esami effettuati risultava un lieve ipotiroidismo.
A breve mi sono comparsi sintomi come visione sdoppiata improvvisa della durata di circa 30 secondi, in alcuni momenti della giornata. Ho ridotto un pochino, ovvero alternando 125 a 150 (giorni alterni). Quel sintomo è svanito però mi è comparsa una forma di diplopia (ho fatto una visita oculistica ed ortottica che ha confermato la presenza di diplopia binoculare). Mi è stato consigliato di operarmi velocemente dopo avere escluso patologie di un certo tipo con la RM che ho eseguito oggi e che risulta negativa per tumori ed altre patologie gravi (devo ancora ottenere il referto ma questo è quanto mi ha detto il tecnico di radiologia che ha eseguito la stessa). Il medico oculista che mi sta seguendo sembra non tenere in considerazione il collegamento tra diplopia e ipertiroidismo optando direttamente per un'operazione di resezione. Ora, avendo ascoltato anche opinioni di altri medici che mi consigliavano di aspettare alcuni mesi per stabilizzare i valori degli ormoni tiroidei ed eliminare l'ipertiroidismo, mi sorge naturale una domanda: la diplopia andrebbe in remissione se fosse collegata a questo mio ipertiroidismo causato da un'assunzione eccessiva di eutirox? In caso positivo, immaginando che si tratti di mesi, dopo quanto tempo potrei iniziare a notare dei miglioramenti?
Sperando di avere esposto in modo chiaro il tutto, la ringrazio anticipatamente per il tempo che mi vorrà dedicare.
Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
gentile FRANCESCA

Sue domande

1)"la diplopia andrebbe in remissione se fosse collegata a questo mio ipertiroidismo causato da un'assunzione eccessiva di eutirox?


Riisposta
la domanda e’ acuta e molto pertinente, in genere si
ma lei non ci ha annotato tutto quanto scritto nel referto oculistico e negli esami fatti
ad esempio come e’ la sua ecografia bulbare??


2)In caso positivo, immaginando che si tratti di mesi, dopo quanto tempo potrei iniziare a notare dei miglioramenti?

risposta

ma che le hanno fatto i colleghi oculisti di Modena??
ci fornisca per piacere qualche dato in piu'
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 356XXX

Dopo avere notato un peggioramento della vista da circa 6 mesi (affaticamento e lieve sdoppiamento della vista guardando lontano, soprattutto mentre guidavo) mi sono recata al Policlinico di Modena a fare una visita oculistica il giorno 20-06-14. Ecco il referto: "AMBLIOPIA RIFERITA IN OD. RIFERITA ESOTROPIA IN OD ANCHE DA BAMBINA REGREDITA DOPO P.R.K., CIRCA 20 ANNI FA, CON SUCCESSIVA REGRESSIONE. RIFERITA TIROIDECTOMIA PER K NEL 2004, SENZA RECIDIVE. LAMENTA DISTURBI DEL VISUS SOPRATTUTTO DA LONTANO, IN CORRISPONDENZA DI TERAPIA CON EUTIROX CP, AUMENTATA E SCOMPARSA DOPO RITORNO ALLA TERAPIA PRECEDENTE. ASSUME PAROXETINA CP E PILLOLA ANTICONCEZIONALE. OD/OS SEGMENTO ANTERIORE. CONGIUNTIVA NORMOEMICA. CORNEA NON COLORABILE. C. ANTERIORE PRESENTE, OTTICAMENTE VUOTA. PUPILLA NORMOREAGENTE ALLA LUCE. LENTE IN SEDE. OD VISUS RIFERITO=10/10 SCARSI CON LENTE IN USO, I CARATTERE PER VICINO CON LENTE IN USO. OS VISUS RIFERITO= 10/10 SCARSI CON LENTE IN USO (SF.-1,50), 10/10 CON SF.-1,50=CIL.-0,50 A 170 GRADI INTERNAZIONALI.
OD OFTALMOMETRIA K1= 38,50 D A 180 GRADI K2=40 D A 90 GRADI
OS OFTALMOMETRIA K1= 39,50 D A 180 GRADI K2=40,50 D A 90 GRADI
OD/OS TONO= MM.HG.12
OD/OS FUNDUS RARI CORPI MOBILI VITREALI. MODESTA CORIORETINOSI MIOPICA. PAPILLA ROSEO PALLIDA A LIMITI NETTI-RETINA ADERENTE. ATTUALMENTE NON EVIDENTI LESIONI REGMATOGENE. OFTALMOSCOPIA INDIRETTA. LA PAZIENTE PREFERISCE NON ESEGUIRE ESAME CON LENTE DI GOLDMANN PER FORTISSIMO BLEFAROSPASMO.
UTILE VALUTAZIONE ORTOTTICA IN TEMPI BREVI, TOPOGRAFIA CORNEALE, PACHIMETRIA E O.C.T. DELLA MACULA."

Dopo questa visita ho immediatamente richiesto una visita da un ortottico nella stessa struttura (almeno i medici sarebbero stati comunicanti....), effettuata nel giro di 1 settimana, poichè mi era chiaro che il mio problema era a livello dei nervi ottici o (pensando al peggio) a livello cerebrale. Contemporaneamente ho prenotato una RMN.

Esito della vista ortottica: " ESOTROPIA CON DIPLOPIA PER LONTANO FINO A +25DP CHE NON SUI MODIFICA SIGNIFICATIVAMENTE IN DESTROVERSIONE E SINISTROVERSIONE. PER VICINO ESOTROPIA FINO A +12 DP, CHE TENDE AD AUMENTARE DOPO DISSOCIAZIONE.
MOE: IPOFUNZIONE RRLL, IPERFUNZIONE LIEVE RRMM
PREFERISCE OS, ALTERNA
AD ANGOLO CORRETTO NON DIPLOPIA
SI ESEGUE SCHERMO DI HESS"

Dopo avere effettuato la visita ortottica, immediatamente la dottoressa ortottica si è consultata con il dott. oculista riferendomi entrambi che: "l'ideale è operare immediatamente,escludendo altre patologie prima con una visita neurologica ed una RMN, appunto".

Bene, effettuo la visita neurologica entro 1 settimana e non risulta alcunchè.

Effettuo la RMN senza mezzo di contrasto il 18-08-14 ed oggi ottengo il referto che è totalmente negativo (tutto nella norma). Ho richiesto di non effettuare iniezione di mdc poichè temevo di essere allergica al gadolinio (motivazioni varie) e non essendosi presentato nulla di anomalo nella RMN non cfredo che ci sia altro da indagare.

Ora dovrei ripresentarmi il giorno 01-09 ad una visita dall'ortottico che sicuramente mi dirà: va bene possiamo operare.
Non ritengo che sia la scelta adeguata perchè se questo mio problema si è accentuato proprio nel periodo in cui avevo aumentato la dose di eutirox (ho controllato e l'ipotiroidismo può portare a diplopia, miastenia dei nervi ottici), dovrebbe regredire riportando i valori di eutirox alla normalità, come pensavo e come mi ha confermato lei. Immagino che siano tempi lunghi per la remissione.

Quindi perchè operare immediatamente se in possibile remissione?

E' un disturbo fastidioso ma, se operassi immediatamente, variando poi dopo i miei valori ormonali, anche se lentamente, come conseguenza della diminuzione della dose dell'eutirox, tornerebbe comunque una visione "difettosa" dico bene?

Le chiedo un consiglio, credo che i suoi colleghi non abbiano valutato a sufficienza questo dato, che mi sembra strettamente collegato.

Grazie di nuovo per la cortesia e celerità nella risposta.


[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
mia cara signora
vede che con qualche dato in più’ possiamo tirare le somme...

non ho lo schermo di Hess lancaster
che spero l’ortottista afra’ eseguito

direi che la valutazione Clinica deve essere approfondita proprio alla luce di una serie di valutazioni ed interventi (anche chirurgia refrattiva ) che lei ha eseguito.

Chirurgia della diplopia o dello strabismo solo in centri di eccellenza : clinica oculistica universitaria di Milano ad esempio...

se riesce

venga a trovarmi per una chiacchierata...

e per vedere i suoi esami...

buona giornata
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#4] dopo  
Utente 356XXX


Si lo schermo di Hess è stato eseguito e mi è stato rilasciato un foglio con uno schema grafico che a parole mi è impossibile descrivere.

Si, credo proprio che prenderò un appuntamento con Lei per una valutazione più approfondita.

Di nuovo grazie per le delucidazioni.

Cordiali saluti,

Francesca Ferrari