Utente 359XXX
Buonasera
nel maggio scorso ho effettuato la visita oculistica e questo è il referto
occhio destro: sf +0,75 cil - 1,50 asse 85
occhio sinistro: sf + 0,25 cil - 1,25 asse 85
A fine agosto ho cambiato gli occhiali con le nuove correzioni e mi sono accorto che con l'occhio destro non vedevo bene
Ho effettuato allora una nuova visita oculistica che ha evidenziato effettivamente un calo del visus dell'occhio destro: sf da +0,75 a +1,50
L'oculista mi vuole rivedere tra tre mesi e nel frattempo mi ha consigliato di prenotare una OTC, cosa che ho fatto ma che non potrà essere effettuata prima di 7 mesi.
Da segnalare che all'età di 29 anni ho avuto una corioretinite pigmentosa, comunque risolta. ( adesso ho 52 anni)
Ora dato il precedente che ho avuto e i lunghi tempi di attesa per la OTC cosa mi consigliate di fare nel frattempo? (non sarebbe per esempio intanto il caso di fare un esame del fondo oculare?)
Non nego di essere un pò preoccupato anche se l'oculista che mi ha visitato mi ha detto che la retina sembra essere a posto
Vi ringrazio anticipatamente per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
esegua assolutamente ESAME OCT
semmai con bollino verde dell’urgenza

e campo visivo

se lei aveva una retinite pigmentosa
ce l’ha ancora adesso e va valutata

buona domenica
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 359XXX

Grazie dottore
volevo aggiungere che nel frattempo non ho percepito un ulteriore calo del visus. Mi sono comunque recato di nuovo dall'oculista a cui ho fatto presente la difficoltà nel prenotare l'esame OCT e a cui ho espresso la mia preoccupazione
L'oculista mi ha tranquillizzato escludendo la retinite perchè dall'esame del fondo oculare non risulta nulla, e mi ha detto semmai di anticipare di un mese la visita di controllo.
A questo punto lei capirà che come paziente mi sento disorientato.
Non capisco allora come un suo collega non sia giunto alle sue stesse conclusioni, perchè lei dice"se lei aveva una retinite pigmentosa ce l’ha ancora adesso e va valutata"
Mi sembra lapalissiano
Forse perchè dall'esame del fondo oculare ha potuto escludere la retinite?

La pregherei di spiegarmi meglio il senso delle sue parole quando dice che se in passato ho avuto questa patologia devo averla pure adesso.
La ringrazio anticipatamente per la risposta
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente 359XXX

Mi scusi dottore per la mia approssimazione ma temo di aver fatto confusione nei termini della patologia e devo fare una rettifica.
Tanto tempo è passato, e non ho qui con me quei referti.
Quella che mi fu diagnosticata 25 anni fa fu una corioretinite di natura infettiva (che credo, mi perdoni l'ignoranza, essere una cosa diversa dalla retinite pigmentosa) con conseguente improvviso calo sostanziale del visus nel solo occhio destro.Quello che mi ricordo certamente è che che mi furono somministrati dei corticosteroidi per via oculare che risolsero il problema
Volevo sapere da lei se, alla luce di questo, cambia qualcosa nella sua risposta
Grazie per la pazienza