Utente 369XXX
Buonasera,
50 anni, monocolo funzionale (ampbiopia congenita non curata all'ODX).
Visus OSX 2/10 -20, ODX 10/10 con - 6.5 diottrie (+ correzione per l'astigmatismo). Questo fino a circa 7 -8 anni fa, quando sono iniziati i problemi.
L'ODX (sul quale ho fatto da sempre giocoforza unico affidamento) ha iniziato a vedere doppio il che si traduce in una visione offuscata causa l'impossibilità di correggerne il visus oltre le 7/10 con correzione aumentata a -8 / -1.50 60°.
In lento ma costante peggioramento.
Parziale ma sensibile miglioramento in condizioni di illuminazione ottimale.
Vista notturna da sempre deficitaria (l'ho da sempre correlata alla miopia).
Netto peggioramento (anche da un giorno all'altro) in caso di stanchezza / stress.
Grazie allo sforzo compensativo del cervello nel quotidiano la visione appare fortemente offuscata, ma in sede di esame o semplicemente guardando una partita di calcio alla tv è impossibile non notare i 44 omini in campo, 22 più il loro doppio in alto a sx, più sfocato e più o meno vicino all'originale a seconda della mia distanza dallo schermo.

Nei primi anni notavo un miglioramento nel periodo estivo tale da farmi recuperare fino ai precedenti 10/10 e che addebitavo all'alternanza di periodi più o meno stressati. Oggi il peggioramento è costante e mi fa ricredere che si trattasse solo di una felice combinazione di una maggiore luminosità mista sicuramente al maggior riposo.
Impossibile infine non rilevare una certa coincidenza sospetta tra l'esordio dei primi sintomi (42 anni) e l'insorgere della presbiopia.

Da allora la qualità della mia vita (tutto sommato accettabile con i 10/10 del mio occhio destro) è crollata.

Ho effettuato negli anni come immaginabile numerosi esami e visite presso diversi ospedali italiani. Sono state escluse le più svariate patologie, sia oftalmiche che neurologiche senza peraltro mai pervenire ad una diagnosi.
Solo nell'ultima visita (ottobre 2014) è stata rilevata per la prima volta un'"ombra" imputabile ad un (forse) principio di cataratta, comunque valutata non in grado di spiegare di per se il quadro complessivo.

Frustrato dalla mancanza di una diagnosi certa e stanco e di spendere tempo e denaro inutilmente richiedo un consiglio su un centro specializzato al quale affidare le mie ultime speranze in medici che abbiano a cuore i pazienti e una passione per la Ricerca, in questo caso ricerca di una soluzione anche e soprattutto in casi non propriamente da manuale.

Segue l'elenco degli esami fatti e rifatti negli ultimi 7 anni, tutti ritenuti inespressivi:

RM encefalo e orbite senza e con mdc
Potenziali evocati visivi
Elettroretinogramma da flash
Campo visivo
Fluorangiografia
OCT
Topografia e tomografia segmento anteriore (Sirius)

altri esami, a latere, tutti negativi:
E.C.G., spirometria, audiometria, vestibolare, esami del sangue

In attesa di cortese riscontro, a tutti i partecipanti del forum, medici e pazienti, un cordiale saluto.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mi copi per piacere il referto OCT
ha eseguito aberrometria?
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Questi sono quelli refertati. Ne ho altri ma le immagini non sono purtroppo accompagnate da alcun commento

2011
OD: profilo retinico e spessore nei limiti della norma
OS: stafiloma miopico

2012
OD: profilo e spessore retinico nella norma. Fibre retiniche nella norma.
OS: Assottigliamento dello spessore retinico e profilo conservato

Non ho mai eseguito una aberrometria ed è anzi la prima volta che la sento citare; l'unico esame alla ricerca di alterazioni delle strutture oculari a cui sono stato sottoposto (anomalie nella topografia della cornea) è il sirius.

Se ritiene che l'aberrometria potrebbe essere di aiuto vorrebbe gentilmente suggerirmi un centro specialistico dove poterla eseguire? (geograficamente parlando nord e nordovest andrebbero bene)

Grazie intanto per la cortese attenzione.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
aberrometria a Padova o Verona
in Universita’ o in strutture che abbiano chirurgia rifrattiva
esegua per cortesia anche
un nuovo OCT della Macula
ed eventualmente una Angiografia al Verde di indocianina...

i sui sintomi non mi piacciono
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#4] dopo  
Utente 369XXX

Non ho idea di quali possano essere sintomi più o meno piacevoli. Certo è che un commento conclusivo così accennato senza un minimo di spiegazione suona allarmante senza peraltro aggiungere spunti di riflessione.

Grazie per il suggerimento delle due AO che sono senz'altro intenzionato a seguire.

[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
la diplopia monoculare e’ sintomo di

alterazioni maculari

membrane epiretiniche

pucker maculare

membrane occulte

e opacita’ corticali del cristallino

capira’ bene che senza aver avuto la possibilita’di visitarla
e con referti allegati
necessariamente solo per la parte riassuntiva e conclusiva
e non per immagini
datati e vecchi
non posso fare diagnosi

certo e’ che una diplopia monoculare va indagata e molto bene
e presto
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333