Utente 183XXX
Salve a tutti,da circa 1 mese abbondante sto riscontrando dei fastidiosi problemi agli occhi.
Tutto è partito con prurito agli occhi,specialmente al sinistro e in particolar modo nell'estremità palpebrale vicina al setto nasale,quindi ho iniziato a strofinarmi, ma questo ovviamente non ha fatto che peggiorare le cose infatti mi ha fatto arrossare leggermente l'occhio e avvertire come se avessi del pulviscolo,una specie di irrtazione nell'occhio.
A volte questo disturbo scompariva per un occhio e iniziava per l'altro,ma grossomodo si verifica piu' spesso per quello destro.
Dopo un po' di tempo son comparsi altri sintomi,sempre piu' di frequente ma quasi a giorni alterni ho notato che l'occhio iniziava a lacrimare copiosamente,specialmente se ero all'aria aperta esposto alla luce e al vento.
Inoltre,mi è comparso un altro problema,la mattina mi svegliavo con uno o entrambi gli occhi appiccicati,da secrezione gialla-verdognola secca che si veniva a creare proprio in corrispondenza del punto palpebrale in prossimità del setto nasale.
Oltre a questo ho notato che spesso ho la sensazione di avere qualcosa nell'occhio e ho visto che nell'occhio c'erano dei filamenti,spesso molto lunghi che si venivano ad accumulare sotto i bordi papebrali superiori o inferiori e in particolar modo nell'estremità palpebrale vicino il setto nasale,tolti questi iniziavo ad avere sollievo.
Infine l'ultimo sintomo,la mattina mi sveglio con gli occhi sempre stanchi,come se non avessi dormito e avessi pesantezza palpebrale,sto usando lacrime artificiali con acido ialuronico da circa 10 giorni ma ancora non sto notando miglioramenti significativi.
Son andato circa 2 settimane fa dal mio medico di base che ha sospettato una congiuntivite e mi ha prescritto per 7 giorni ,mi pare il TOBRADEL, 2gocce a occhio,3 volte al giorno.
In effetti mi son sentito meglio e son tornato alla normalità,dopo 1 settimana pero' mi sono ricomparsi i sintomi,piu' prepotenti di prima.
Premetto che sono miope e utilizzo lenti a contatto,ma ultimamente le sto limitando e quasi non le utilizzo piu' ma non noto comunque miglioramenti,lavoro molto al pc e leggo almeno 1 ora la giorni.
inoltre sono allergico e asmatico quindi prendo costantemente antistaminico aerius.
dico tutto questo perchè son tutti fattori che stancano la vista.
non so se sia un problema di occhio secco o di congiuntivite,blefarite allergica ma è diventato frustrante,avere occhi stanchi dalla amttina alla sera,che lacrimano,prudono a volte bruciano,e poi queste secrezioni abbondanti la mattina e questi filamenti bianchi-mucosi nell'occhio.
per piacere mi aiutate a venirci a capo?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
la molteplicità dei suoi sintomi potrebbe essere collegata all'utilizzo di lentine a contatto, che verosimilmente da quanto riferisce potrebbero essere mensili o quindicinali, certamente non giornaliere, che ad un fenomeno allergico. a tal proposito di certo il semplice tobradex, prescritto non a rigor di visita ma solo empiricamente, non è un buon rimedio.
l'unico rimedio percorribile è eseguire una visita oculistica completa con fondo oculare e tramite specialista trovare la terapia migliore.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente 183XXX

dunque ho sospeso completamente le lenti mensili da almeno 10 giorni e non ho notato miglioramenti.
3 giorni fa sono andato dal mio oculista di fiducia e mi ha riscontrato una congiuntivite allergica di lieve entità .
Ha deciso di non prescrivermi alcun collirio cortisonico e tentare una via "piu' lunga ma comunque risolutiva "senza far ricorso al cortisone che lascia come ultima spiaggia.
Mi ha prescritto la seguente terapia:
" ARTELAC REACTIVE 1 goccia per ciascun occhio, per almeno 3-4 volte al giorno e comunque al bisogno",dice che in questo collirio oltre a lacrime artificiali c'è uno stabilizzatore cellulare e un blando antistaminico.
In piu' dato che ho la palpebra inferiore e leggermente la superiore dell'occhio dx (quello dove ho accuso maggior problemi) irritata,dolente,arrossata quasi livida e gonfia (perchè il prurito mi fa strofinare e le lacrime salate mi irritano) mi ha prescritto una pomata oftalmica "VIT-A POS" da applicare nel contorno occhi 2 volte al giorno.
Devo proseguire la terapia per 10 giorni,se non noto alcun beneficio ,mi ha prescritto il TAMESAD ,1 goccia per ciascun occhio per 2 volte al giorno.
al momento sto facendo la terapia con collirio artelac e pomata,le secrezioni gradualmente son quasi scomparse,al mattino riscontro sempre occhio incollato e durante il giorno ho problemi di vista appannata solo sull'occhio di dx ,se provo a leggere. Inoltre ho ancora forte prurito agli occhi specie agli angoli.
Difatti i problemi si son risolti per l'occhio di sinistra ma permangono seppur diminuiti per quello di destra.
Consiglia di proseguire con la terapia per altri 6 giorni o passo subito al cortisone?
grazie

[#3] dopo  
Utente 183XXX

con oggi son 6 giorni di terapia,ma persiste prurito perioculare,la pelle pero' lentamente sta migliorando,schiarendosi e inizia a desquamarsi.
Ho sospeso la pomata perchè ho letto che se il problema della pelle perioculare è dovuto a dermatite è meglio evitare pomate e di bagnare la zona e cosi sto facendo.
Le secrezioni non sono sparite,le ritrovo sia appena sveglio che mi incollano le 2 palpebre(colore verde-biancastro) e continuo a togliere filamenti (bianchi)anche molto densi durante la giornata,togliendoli sento un gran sollievo.
Ho preferito evitare il cortisone,ma oggi rinnovo la mia domanda.
continuo ad usare le sole gocce ARTELAC o passo subito al TAMESAD?
la rivalutazione dall'oculista la devo fare il 29 aprile.