Utente 755XXX
Gentili di Medicitalia
Come da titolo tre mesi orsono mi sono operata con metodo Prk per "risolvere" una miopia abbastanza seria(- 8 da un occhio - 7.50 dall altro ) con un astigmatismo non grave (-2). Ho seguito tutto l'iter post operatorio indicatomi dall'oculista con collirio a base cortisonica per piu di due mesi.
L'oculista mi ha detto di avermi "tolto" un po più del dovuto perchè spesso chi è molto miope rischia di recuperare un pochino della miopia stessa : quindi da miope sono diventata ipermetrope (+ 1,50 ) e tale ipermetropia avrebbe dovuto scemare piano piano proporzionalmente alla diminuzione dell'applicazione del collirio cortisonico. Purtroppo non è andata cosi: la mia ipermetropia inziale è sempre qui anche adesso che ho smesso il collirio conrtisonico da quasi un mese e, non solo non vedo miglioramenti, ma mi pare pure di essere peggiorata. Come vedo: tutto sdoppiato meno da lontano (ma non vedo perfettamente, sono ben lontana dai 10/10 e i cartelli stradali li leggo a fatica), mentre da media distanza e da vicino oltre che sdoppiatissimo, vedo appannato, mi è impossibile leggere qualunque cosa senza gli occhialetti da presbite che mi sono dovuta prendere (anche adesso per scrivere questo mio messaggio e riuscire a leggere sul computer sono costretta ad indossarli).
Il mio oculusta ai controli non fa che dirmi che va tutto bene, gli occhi sono sani e devo portare pazienza e che a poco a poco tutto andrà a posto: sono tre mesi che sento questa storia ma io miglioramenti non ne vedo, anzi...La mia domanda. dopo quanto mi dovrò rassegnare al fatto che l'operazione è andata male? Io ne sono convinta ormai!
Oltretutto tra una settimana ho il rinnovo della patente di guida e ho una gran paura di non passarlo(e la mia paura è aumentata dal fatto che l'oculista deve rilasciarmi il documento che certifica l'operazione da presentare al medico e lui continua a rimandare il rilascio)
Non so, lui non fa che dirmi che sono un soggetto ansioso, io so solo che ho speso 2000 euro tre mesi fa e la mia qualità della vita è peggiorata,
Avete suggerimenti
Grazie Mary

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
cara Mary
se la sua eta’ e’ quella che lei dichiara come utente c’e’ qualcosa che non mi convince,
Una lieve ipermetropia transitoria e’ normale , ma non per cosi lungo tempo.
Spero che non abbia fatto una di quelle chirurgie “a prezzi stracciati”
molto pubblicizzate.


Ho bisogno di una sua topografia e pachimetrai corneale
i dati refrattivi prima e dopo intervento
i dati del trattamento ed il tipo di laser utilizzato


a presto
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 755XXX

Gentile Dott. Marino
grazie della sua risposta che mi conferma che, forse qualcosa non sta andando nel verso giusto.
Riguardo le sue richieste non so bene come farle avere i dati della Topografia.
La pachimetria corneale(a contatto) è di 588 microns per l'occhio destro e 598 microns per il sinistro.
Dati refrattivi preintervento(scrivo esatamente quello che ho sui documenti):
OD -7,25 sf -1 cyl 10
OS - 7,5 sf -0.75 cyl 165
idw + 1.75 sf add
sa:oo ndr
OOT 16 mmHg
A.R. Ciclo OD - 7.75 sf -1 cyl 8
OS -7.5 sf -1.25 cyl 176
Fundus OO: cono miopico papillare, vasi normali per morfologia e decorso, corioretinosi in assenza di lesioni regmatogene feriferiche, macula nei limiti. Consigliato OO PRK

Dopo un mese dall'intervento:
OOPRk il 20/2/2016
A.R. OD +0.5 sf +0.25 cyl 119
OS +0.5 sf +0.25 cyl 71
OOv 7/1o nat
Sa:OO decorso normale
OOT 14 mmHg

Ultimo controllo il 5/5/2016
OD +1 sf +0.25 cyl 157
OS +0.75 sf
OOV 7/10 nat
saOO decorso normale
OOT 14 mmHg

Il tipo di laser usato è a eccimeri, non le so dire di più, e riguardo i dati del trattamento non ho ben chiaro a cosa si riferisce.
Non credo di essermi rivolta ad un pessimo medico, ha operato per anni nell'equipe di un ospedale della provincia bergamasca il cui reparto di chirurgia refrattiva è ritenuto uno dei migliori. Poi credo si sia messo in proprio e adesso opera in un centro olulistico privato in città . Ho pagato 2000 euro dal mio punto di vista non è esattamente un prezzo stracciato.
La ringrazio dell'interessamento
Saluti Mary