Utente 488XXX
Salve sono Vincenzina, ho 54 anni e un’ipermetropia abbastanza elevata.
Ad Aprile 2017, a seguito di visita oculistica, sono stata ricoverata d’urgenza per un attacco di glaucoma acuto ad angolo stretto all’occhio destro, con pressione 44,5 mmHg.
A Maggio 2017 sono stata sottoposta prima a Yag- laser di iridotomia all’occhio sinistro per prevenzione e poi a quello destro in quanto era ancora in midriasi.
A giugno 2017 sono stata di nuovo sottoposta a revisione Yag – laser di iridotomia occhio destro.

All’epoca la mia gradazione era la seguente:
a distanza:
odx : + 4.50 cl +1.50 asse 90 osx: + 3.75 cl +1 asse 90

per vicino:
odx : + 6.75 cl +1.50 asse 90 osx: + 6 cl +1 asse 90

A Novembre 2017 nuovamente Yag- laser di Iridotomia occhio destro, in quanto risultava “non pervia”.

Attualmente la mia situazione è la seguente:
- la mia gradazione è cambiata solo per l’occhio sinistro:
a distanza : +5.25
per vicino :+7.50

- Oct e campo visivo nella norma.

- Buon compenso tonometrico in terapia con Glamidolo collirio x2 volte al giorno e Azarga collirio per 2 volte al giorno ad entrambi gli
occhi.
(precedentemente occhio destro: Pilocarpina 2% 3 volte al giorno e Azarga 2
volte al giorno)

- Pupilla occhio destro in media midriasi iporeagente
- Persistono anisocoria anche estetica, da deficit meccanico del muscolo sfintere pupillare occhio destro con astenopia ed in particolare da vicino e fotofobia
Il mio problema principale è che non riesco più a lavorare al computer ne’ tanto meno a leggere per più di 10 – 15 min., in quanto avverto un notevole fastidio all’occhio destro come se mi tirasse e devo assolutamente togliere lo sguardo.
Fra l’altro mi capita spesso di avvertire un appannamento temporaneo anche all’occhio sinistro.
Io sono molto preoccupata perché lavorando al computer ho dovuto lasciare anche il lavoro.
Chiedo gentilmente a Lei a che cosa è dovuto tutto cio’ e se ci sono altre terapie per poter migliorare la mia situazione.
In attesa di un riscontro da parte Vostra , i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
una soluzione potrebbe essere un impianto di una valvola che abbassi la pressione intraoculare ed eliminerebbe il problema gocce e colliri per restringere la pupilla (pilocarpina).
in secondo luogo potrebbe valutare l'asportazione del cristallino, in questo modo eliminerebbe definitivamente il problema degli occhiali e di conseguenza si eliminerebbe anche il problema pressorio poichè il cristallino ha un suo volume, togliendolo la pressione si abbassa spontaneamente. l'inserimento di una lentina multifocale le consentirebbe un'ottima visione da vicino e da lontano senza occhiali.
ci pensi e ne parli col suo oculista.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente 488XXX

Dottore, la ringrazio per la tempestiva risposta.
Premetto che il glaucoma ad angolo stretto con conseguente midriasi dell'occhio dx è scaturito a seguito dell'instillazione di goccine durante una semplice visita oculistica e pertanto il pensiero di sottopormi ad altri interventi mi preoccupa tanto.
Vorrei gentilmente chiederle se ci sono alternative alle soluzioni da lei proposte, che possano eliminare quel terribile fastidio che provo al'occhio destro (come se qualcosa mi tirasse dentro l'occhio) quando mi soffermo per più di 10 - 15 min a leggere o a lavorare con il pc.
La ringrazio ancora.