IOL Oculentis opacizzate dopo 3 anni dall'impianto

Vorrei sapere
1) Esiste una casistica nota di IOL Oculentis opacizzate dopo 3 anni dall'impianto?
2) Caratteristiche e problematiche connesse all'intervento di sostituzione di IOL multifocali con altre monofocali (solo per vista da lontano ?)
3) Tempi di esecuzione dell'intervento (in 2 fasi a distanza di che tempo?) , tempi di recupero e qualità visiva attendibile dopo l'intervento (vista per guida, lettura, computer, manualità fine, ecc)
4) Problematiche accessorie (fotofobia, aberrazioni cromatiche, aloni e abbagliamenti, opacità, lacrimazioni, dolori)
5) Consigliabile l'intervento dallo stesso specialista che ha eseguito il primo o preferibile rivolgersi ad altra struttura?
6) Tipo di anestesia preoperatoria. Tipo di assistenza post operatoria al paziente (accompagno continuo, ridotta mobilità, ridotta autonomia,...)
7) Terapia post operatoria, necessità di lenti temporanee, ecc..
grazie
[#1]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17k 571 396
praticamente una BATTERIA di domande


1) Esiste una casistica nota di IOL Oculentis opacizzate dopo 3 anni dall’impianto?

risposta
il fenomeno si chiama GLISTENING
su Medicitalia trova un mio articolo sull'argomento

2) Caratteristiche e problematiche connesse all'intervento di sostituzione di IOL multifocali con altre monofocali (solo per vista da lontano ?)

risposta
direi che per togliere una lente IOL bisogna tagliarla e rompere le aderenze capsulari che si sono create in questi 3 anni.
la nuova iol va impiantata nel solco e non nel sacco.


3) Tempi di esecuzione dell'intervento (in 2 fasi a distanza di che tempo?) , tempi di recupero e qualità visiva attendibile dopo l'intervento (vista per guida, lettura, computer, manualità fine, ecc)

risposta
direi 30 minuti
1 occhio alla volta
a distanza di almeno 1 settimana

qualità visiva immediata!

4) Problematiche accessorie (fotofobia, aberrazioni cromatiche, aloni e abbagliamenti, opacità, lacrimazioni, dolori)

risposta
NESSUNA

5) Consigliabile l'intervento dallo stesso specialista che ha eseguito il primo o preferibile rivolgersi ad altra struttura?

risposta
la domanda non è deontologica
questo tipo di interventi di sostituzione della IOL se lo possono permettere solo chirurghi oculisti molto esperti e con alle spalle almeno 10000 cataratte

6) Tipo di anestesia preoperatoria. Tipo di assistenza post operatoria al paziente (accompagno continuo, ridotta mobilità, ridotta autonomia,...)

risposta
anestesia topica al massimo locale.
nessun problema di motilità


7) Terapia post operatoria, necessità di lenti temporanee, ecc..

risposta
la necessita di una terapia antibiotica è prevista
non vedo altre necessità


MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico di base curante.

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio