Utente
Gentili dottori,
ho 34 anni e nel 2009 sono stato operato due volte per distacco di retina dovuto ad una forte miopia.
Da allora, assumo Ganfort alla sera, ma il mio occhio, specialmente appena sveglio, è sempre molto arrossato e lacrimante, nonostante il tono oculare si mantenga stabile.
Il mio medico curante dice che è normale e che anche le prostaglandine contribuiscono al rossore.
Tuttavia, questa situazione pregiudica non poco la mia qualità della vita, poiché non solo l'occhio appare esteticamente molto diverso dall'altro, ma spesso sono costretto ad indossare lenti scure anche in ambienti chiusi.
La mia domanda è: se è vero che il farmaco provoca questi "effetti collaterali", esistono alternative più tollerabili?
Preciso che già una volta il mio medico provò a sostituirmi la terapia prescrivendomi Cosopt+Xalatan, ma la pressione non scendeva a valori accettabili.
Inoltre, vorrei chiedervi se è normale che da dopo l'intervento io non abbia più avuto un occhio non dico "uguale" all'altro, ma quantomeno decente.

[#1]  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
chi viene operato alla retina specialmente per un distacco, è assolutamente normale un recupero non buono dal punto di vista funzionale.
magari la retina è perfettamente adesa e non staccata, ma la funzionalità della stessa non è buona. questa è purtroppo una conseguenza dell'intervento.
in merito ai colliri ipotonizzanti, il ganfort pur essendo un ottimo collirio spesso arrossa gli occhi, specialmente su un giovane come lei.
potreste provare a trovare un'alternativa valida e ben tollerata. oppure abbondare di lacrime artificiali nel tentativo di "rinfrescarlo" un pò.
ne parli col suo oculista.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it