Utente
Salve a tutti, il giorno 5 novembre, mi è stato inserito un perno in titanio al lato sinistro per un premolare. L'intervento è andato bene, infatti non ho avuto alcun dolore il giorno stesso ne i 2 giorni a seguire. Dal giorno 8, ho iniziato a provare un leggero fastidio che è andato sempre crescendo, al punto che sono 4 giorni che di notte non dormo, il dolore inizia da sotto il palato per arrivare fino alla testa, neanche una dose di doradol da 30mg è servita a calmare il dolore. Ho fatto una ortopanoramica, ma non sembra ci siano ascessi, anche se a me sembra che sulla ferita ci sia una sorte di ciste. Il dentista mi ha detto di prendere antinfiammatori, e ho preso 14 comprese di Klacid RM 500mg (2x al giorno) ma ancora niente.
Sono intenzionatissimo a togliermi l'impianto perchè veramente non so più cosa fare, il dolore è talmente forte che toglie la concentrazione, non riesco ad aprire bene la bocca. Un'altra mia paura è che cmq prendendo in continuazione, ogni 6 ore 30 gocce die novalgina(evito il doradol perchè ho paura della dipendenza) ho paura di diventare dipendente anche di questo!
MA è normale che un impianto, che come si dice è indolore faccia tanto male?
Qual'è la soluzione migliore?
Quale problema può essere insorto?
grazie

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
penso che purtroppo la soluzione migliore sia la rimozione. all'inizio un poroblema infiammatorio periimplantare non si evidenzia radiologicamente e comunque non certo con la panoramica eventualmente con rx endoorale ma inutile attendere sugli impianti meglio intervenire in modo rapido, riaprire e se necessario rimuovere
coriali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2]  
Dr. Alessandro Cappelli

40% attività
0% attualità
16% socialità
AMANDOLA (FM)
ASCOLI PICENO (AP)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Probabile una infezione del sito implantare.
Inn base alla mia esperienza quando c'e unq infezione dopo l'inserimento dell'impianto, l'impianto e' raro che si integri.
Seguia il consiglio del collega Finotti e chieda la rimozione.
Dr. Alessandro Cappelli
Medico Odontoiatra- Master in Chirurgia Orale e implantologia avanzata
www.studiodontoiatricocappelli.it
www.drcappelli.it

[#3]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Qualcosa è andato storto.
Probabilmente l'osso periimplantare è andato in necrosi e "sta morendo".
L'impianto è da togliere (al più presto), e reinserire in un tempo successivo, da 1 a 4 mesi a seconda delle situazioni.
La problematica che le è occorsa è discretamente frequente, e non si vede in radiografia.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente
quindi mi potreste dire cosa comporta lo togliere dell'impianto? è una cosa dolorosa? che tempo di guarigione ci vuole? come si procede?

[#5]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
la rimozione è molto più facile dell'inserimento, anzi se non lo si toglie viene via da solo.
dopo pochi mesi (2-4 ) in base all'entità del problema infiammatorio si riinterviene
purtroppo sono cose che possono capitare
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it