Attivo dal 2008 al 2015
Buongiorno gentili dottori,

Vorrei spiegarvi quanto accadutomi in questi giorni e che mi crea un pò di fastidi.

Due giorni fa ho eseguito una detartrasi (pulizia dentaria) e fin qui tutto normale.
Contestualmente (probabile errore mio) avevo un leggero mal di testa e giunto a casa assumo una bustina di aspirina in polvere da sciogliere sulla lingua.
A livello di sanguinamento, apparentemente tutto normale, senonche dopo cena (la detartrasi l'ho effettuata alle 17:00) inizia un leggero sanguinamento all'altezza del molare destro, che cerco di risolvere con sciacqui di acqua e sale e acqua e aceto, ma che per diverse ore, fino alla mattina dopo, non sembra risolversi.

Quel sanguinamento si interrompere come per magia, ma, dopo poche ore, ne compare un altro sempre all'altezza dell'ultimo molare, ma dalla parte sinistra.

Questo sanguinamento sembra piu' copioso dell'altro, tant'è che uso frequenti risciacqui e sputo per il fastidio del sangue.

Per farla breve, a questo sanguinamento segue la formazione di coagulo di sangue, che io, forse erroneamente, rompo con del dentrificio e spazzolino.

Ieri torno nella clinica e la dott.ssa che mi ha eseguito la pulizia, tampona la ferita con soluz. fisiologica e apparentemente sembra risolversi, ma tempo un'ora e di nuovo il coagulo.
fattosta che questa notte l'ho passata insonne tra il fastidio del sangue in bocca e un pò di agitazione.
in nottata sono andato al PS e mi hanno dato un anti-emorragico, ma non è servito a molto perchè i coaguli continuano a formarsi. Stamane torno in clinica e il dott. mi dice che non devo fare nulla e il coagulo deve risolversi da sè, perchè interventi possibili possono prolungare il sanguinamento e la non risoluzione della lesione. Mi ha suggerito di non risciacquare e non sputare.
Ha ragione? però mi dà molto fastidio inghiottire il sangue, ma mi ha detto di resistere.

Che posso fare? Aspettare che si risolva da sè o intervenire diversamente?

L'aspirina può aver contribuito alla formazione dei coaguli e alla difficile risoluzione?

Come mi potrò accorgere che il problema si sta risolvendo?
Grazie

[#1]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Sicuramente l' aspirina ha contribuito al sanguinamento, in più sbaglia lei a rimuovere il coagulo ed a sciacquare. Una volta cessato il sanguinamento, il coagulo è simile ad un tappo che evita il sanguinamento, non deve assolutamente toccarlo. Saluti.
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com

[#2] dopo  
Attivo dal 2008 al 2015
Grazie per la risposta dottor Fantini, ma il sanguinamento, nonostante il coagulo adesso lo percepisca molto, un pò continua.
Sto evitando risciacqui e sputo per quanto mi è possibile, ma è faticoso.

Secondo Lei si potrebbe risolvere anche in giornata questo problema o potrebbe potrarsi per giorni?

Ora, nonostante ci sia ancora un pò di sangue in bocca, il coagulo lo pecerpisco abbastanza grosso.

[#3]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Ma grosso quanto in mm?
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com

[#4] dopo  
Attivo dal 2008 al 2015
non saprei dirle con precisione, ma credo meno di un cm.

è attaccato proprio all'ultimo molare a sinistra, arcata superiore.

ma la cosa piu' fastidiosa è il gusto di sangue presente in bocca.

se si è formato questo coagulo, come mai continua ad essere un pò di sangue o a percepire questo sapore?

mi è stato anche suggerito di appoggiare del ghiaccio nella parte esterna corrispondente ... è una buona soluzione?

non vi sono metodi che possano velocizzare la formazione di questo coagulo e la sua rottura che ponga fine al sanguinamento?

Anche perchè mi hanno detto che se questa coagulazione è in relazione all'aspirina assunta due giorni fa, bisogna attendere che essa termini completamente il suo effetto nel sangue. è ciò vero?
Grazie mille

[#5]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Deve lasciare stare il coagulo, non sciacquare e nel giro di qualche giorno passerà tutto. Se nota sanguinamento persistente e profuso deve rivolgersi al suo dentista. Purtroppo non possiamo fare di più. Saluti.
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com

[#6]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
C'è qualcosa che non va.
Dopo una pulizia dei denti ci può essere un sanguinamento per qualche giorno, ma non in questo modo.
Potrebbe essere dovuto alla presenza di tasche gengivali particolarmente profonde, che necessitano di un trattamento più compresso di quello di una semplice pulizia dei denti.
Si rivolga ad un professionista competente nel settore, più che ad una "clinica".
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Attivo dal 2008 al 2015
Buon giorno gentili dottori,

vi aggiorno sulla situazione.


Da stamane il sanguinamento pare diminuito, ce n'è meno diluito nella saliva.

La sacca di coagulo è ancora lì. Sono tornato nella clinica per farmi visitare, ed il medico di turno mi ha confermato che il sanguinamento ha smesso e che il coagulo è lì.

Quindi se lo lascio stare, attenendomi al consiglio di sollecitarlo il meno possibile (anche coi cibi) cadrà da solo o si ritirerà nel giro di qualche giorno?

Dottor Formentelli, è probabile che sia un'anomalia come dice lei, ma c'è da dire che nelle passate pulizie non è mai successo e martedì ho assunto un'aspirina dopo la pulizia, per cui come alcuni hanno detto potrebbe aver contribuito a rendere il sangue piu' fluido e a coagularsi.

Quindi lei mi suggerisce una volta scomparsa la sacca di coagulo di approfondire ? Quali rischi sto correndo praticamente se tengo la sacca di coagulo lì vicino al dente? Era meglio rimuoverla?

Vi ringrazio, ma non sto capendo molto.

[#8]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Neanche io sto capendo molto della sua situazione, non potendo visionare direttamente il problema, e non potendo quindi rendermi conto.
Per questo le suggerisco un altro consulto.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#9] dopo  
Attivo dal 2008 al 2015
Mi chiarisco meglio.

La detartrasi è stata eseguita il 9-02. Martedì e Mercoledì il sanguinamento è stato copioso, ma, credo, dipendesse dal fatto che ogni coagulo che si formava lo eliminavo con lo spazzolino.
E c'è da dire, che il giorno dopo la detartrasi, andai a farmi visitare e la dott.ssa fece un tampone sulla ferita (eliminando prima il coagulo), ma dopo un'ora ero punto a capo col sanguinamento.

Ieri, un altro dottore, mi ha suggerito di evitare di dare traumi al coagulo e di lasciarlo lì finchè non sparisce da solo.
In effetti, da questa mattina non sanguina più, ma rimane solo il bozzo del coagulo vicino al dente.

Spero di essermi spiegato meglio. Grazie.

[#10]  
Attivo dal 2008 al 2011
gentile utente,
probabilmente il sanguinamento copioso è stato causato dalla rottura di un piccolo vaso sanguigno. Questo sanguinamento chiaramente è anomalo in seguito alla detartrasi ma normale in seguito a questo tipo di lesione.
Poteva forse bastare un piccolo tampone di cotone idrofilo applicato per qualche minuto.

[#11] dopo  
Attivo dal 2008 al 2015
E' stato fatto, ma non ha prodotto grandi risultati.

Ufficialmente il sanguinamento è terminato con la formazione di questo coagulo accanto al dente, che non sto piu' toccando da ieri.

Mi è stato detto di lasciarlo lì (anche se ogni tanto sento un lieve dolore, forse dovuto al contatto con il cibo o la lingua) perche' dovrebbe andare da solo.

[#12]  
Dr. Sandro Compagni

24% attività
4% attualità
12% socialità
LATINA (LT)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Lasci il coaugulo al suo posto e comunque faccia degli approfondimenti tanto per stare più tranquillo.

Saluti
Dr. Sandro Compagni
Parodontologo, Gnatologo, Odontoiatra Sportivo, Odontologo Frorense
studiodentisticocompagni@gmail.com
www.studiodentistic

[#13] dopo  
Attivo dal 2008 al 2015
Per la cronaca: da poco ha ricominciato a sanguinare.

Ma come mai? Fino a stasera era tutto regolare, e ora ricapita?

E' normale?

[#14]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Deve capire che abbiamo fatto tutto il possibile per aiutarla, il mezzo mediatico ha dei grossi limiti, se nota il sanguinamento deve farsi visitare e l' operatore valuterà se è il caso di effettuare altri esami. Saluti.
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com