Utente
buongiorno, vi scrivo per un problema su un dente che lo scorso marzo mi ha causato la faccia gonfia. premetto che io non ho sensibilità sui denti, quindi non sento il dolore se si cariano ecc.
sono andato dal dentista e mi aveva detto che era in necrosi, consigliava devitalizzazione e ricostruzione, per problemi di lavoro ho dovuto cambiare dentista. ora il vecchio dentista mi aveva semplicemente aperto e medicato il dente.

ora il nuovo dentista, dopo avermelo chiuso (senza devitalizzare) il dolore persisteva, quindi mi ha riaperto il dente e ieri me l'ha devitalizzato inserendo l'antibiotico nel dente. ora sono sotto cura antibiotica.

l'unica cosa che mi preoccupa è che il dentista mi ha detto che se non cessa il dolore il dente va estratto, secondo voi come mi devo comportare?

in particolare mi preoccupa il fatto che l'altro dentista voleva ricostruire, questo dice che non c'è altra soluzione all'estrazione.

grazie

[#1]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Non possiamo giudicare in assenza di altri elementi. Se l'infezione periapicale, acuta o cronica che sia, non viene eliminata, si può ricorrere all'apicectomia, ovvero al taglio per via chirurgica della porzione apicale della radice infetta. Ma per valutare se vi sono le indicazioni a questo intervento dovremmo sapere di che dente si tratta e avere una radiografia. Se non si può fare apicectomia si ricorre all'estrazione.
Saluti.
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com

[#2] dopo  
Utente
si tratta del 26,quindi anche secondo lei non è possibile ricostruire?

[#3]  
Dr.ssa Laura Anna Melone

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, nel suo caso il problema non è effettuare la ricostruzione o meno ma riuscire a condurre una devitalizzazione che permetta all'elemento dentario di rimanere in arcata. Qualora dopo un'adeguata detersione e chiusura canalare il dente dovesse continuare ad avere sintomi clinici o radiografici si potrà valutare se effettuare l'apicectomia o l'estrazione dell'elemento dentario.
Cordiali Saluti
Perfezionata in Odontoiatria Pediatrica
Perfezionata in Ortodonzia Intercettiva
Perfezionata in Innovazioni Tecnologiche in Ortognatodonzia

[#4]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Mah, da quello che racconta e come si sono svolti i fatti (...il nuovo dentista, dopo avermelo chiuso (senza devitalizzare) il dolore persisteva, quindi mi ha riaperto il dente e ieri me l'ha devitalizzato inserendo l'antibiotico nel dente. ora sono sotto cura antibiotica.
l'unica cosa che mi preoccupa è che il dentista mi ha detto che se non cessa il dolore il dente va estratto...)l'unica cosa che mi sento di dire, anche se a malincuore, è quella di cambiare collega!
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#5] dopo  
Utente
ringrazio tutti per le risposte,
premetto che io effettivamente al nuovo dentista ho detto che il dente era diventato necrotico e mi era stato medicato, nulla più.

dite di cambiare dentista? anche se già facendo la cura antibiotica con lui?

grazie

[#6]  
Dr. Elio Chello

24% attività
8% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
L'estrazione di un dente e' l 'estrema ratio per cui un ritrattamento canalare, un esame di controllo con endorale ed una opportuna copertura antibiotica potrebbero risolvere i suoi problemi. Cordiali saluti.
Dott. Elio Chello