Utente 504XXX
Buongiorno dottore e buongiorno a tutti
sono una ragazza di 26 anni e già da più di due anni soffro periodicamente di dolorose fitte (intermittenti, che magari durano 2-3 giorni e poi si ripetono ogni paio di mesi, in qualsiasi periodo dell'anno, estate-inverno-vacanze-lavoro-studio..)che percepisco dentro l'orecchio destro e che non sembrano diramarsi da qualche dente e da altre parti.
Le numerose visite dall'otorino hanno escluso problemi a carico dell'orecchio, che risulta sano e con udito perfettamente nella norma.
Potrebbero dipendere forse dai denti? Ho gli ottavi, tutti e quattro fuori, ma non mi hanno mai causato problemi e non accuso alcun dolore. Inoltre ho un dente premolare destro devitalizzato (circa 2 anni fa) ma che continua a darmi qualche fastidio, per esempio con il freddo (gelati..) lo sento un pò "tirare"..ma non so se le fitte all'orecchio possano essere in qualche modo connesse ai denti. I dentisti che ho consultato sono stati tutti piuttosto restii all'estrazione degli ottavi.
Vorrei avere il parere del dottore e sapere se qualcun altro ha o ha avuto problemi simili ai miei. Non vi dico quante visite ho fatto senza mai venire a capo di nulla, sono veramente demoralizzata, anche perchè queste fitte spesso mi impediscono il sonno e non cessano nemmeno con antidolorifici o antinfiammatori. Potete aiutarmi?
Attendo quanto prima una risposta. Grazie
Giulia
Ps. Aggiungo che proprio oggi una visita dentistica ha messo in evidenza (con radiografia) un piccolo granuloma alla base della radice del dente devitalizzato (un premolare destro)e che i denti del giudizio hanno le radici che sfiorano il nervo della mandibola.

[#1] dopo  
Dr. Marco Capozza

40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)
MATINO (LE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente
sarebbe utile sapere il parere anche dell'otorino e del dentista che hanno effettuato le visite precedenti. Se hanno escluso possibili collegamenti con l'orecchio e con i denti potrebbe essere consigliata una visita da un neurologo.
cordiali saluti
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com
mailto: dentista.salento@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 504XXX

Gentile dottore,
l'otorino (più di uno) ha escluso ogni rapporto con l'orecchio, che risulta perfettamente sano. Ho anche già fatto visite neurologiche, tutte negative, è risultato tutto normale.
I numerosi dentisti che ho consultato e dai quali sono stata in cura per carie, finora hanno escluso una possibile connessione con i miei disturbi, ma proprio ieri ho effettuato l'ennesima visita da un altro dentista, che ha osservato bene la mia ortopantomografia e ha effettuato una nuova radiografia del lato inferiore-destro: ha risontrato che i denti del giudizio hanno le radici che "sfiorano" il nervo mandibolare (gli ottavi di entrambi i lati però sono nella stessa situazione! invece a me fa male solo l'orecchio destro!); inoltre ha riscontrato la presenza di un piccolo granuloma alla base della radice del dente devitalizzato. Mi ha consigliato una TAC per vedere il tutto in tre dimensioni.
Secondo lei può esserci una connessione tra tutti questi fattori?
Grazie della sua risposta e saluti.

[#3] dopo  
Dr. Marco Capozza

40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)
MATINO (LE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Non è possibile esprimere un parere a distanza sul caso specifico, oltretutto senza elementi come visita ed rx. Mi sembra corretta la richiesta di una tac TAC.
Il dente con il granuloma deve essere comunque curato, se possibile.
I denti del giudizio possono dare vari problemi ma non è solo una questione di vicinanza delle radici al nervo.
Come mai ha cambiato dentista così di frequente?
cordiali saluti
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com
mailto: dentista.salento@gmail.com

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente, nessuno degli odontoiatri o dentisti che ha visitato ha prospettato un problema a carico dell'ATM?
Si faccia visitare in merito a questo possibile problema.
saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#5] dopo  
Utente 504XXX

Rispondo a entrambi, ringraziandovi per l'attenzione.
Ho cambiato molti dentisti proprio per cercare di risolvere questo problema e per avere più pareri possibili in merito alla questione, soprattutto perchè il dentista da cui sono stata in cura a lungo per le varie carie non riteneva il problema fosse correlato ai denti.
Altri mi hanno parlato dell'ATM, ho fatto anche delle visite dall'ortognatodontista ma non è emerso nulla di particolare..l'articolazione non si blocca, non schiocca, non mi ha mai dato problemi particolari...anche se è risultato che quando chiudo la bocca ho un lieve "incrocio". Se dipendesse all'ATM quali sarebbero i possibili rimedi?
In ogni caso sono molto preoccupata dall'estrazione degli ottavi, se passano così vicini al nervo...anche se capisco che prima di avere in mano la TAC non si hanno tutti gli elementi a disposizione.
Un'altra cosa, è possibile effettuare in un'unica seduta di TAC l'ATM e le due arcate dentarie? Perchè ho già una richiesta di TAC per l'ATM ma il dentista dell'altro giorno ha detto che sarebbe più utile secondo lui vedere prima di tutto le due arcate...e non vorrei fare due TAC in poco tempo..
Grazie per i consigli.
Saluti

[#6] dopo  
Utente 504XXX

Rimango in attesa di una risposta o di un parere,
grazie

[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Il mio parere,cara amica, è quello di considerare i problemi uno alla volta, quindi faccia prima la TAC per controllare denti, seni e quant'altro. Poi se non riscontra nulla che possa spiegare i suoi problemi, si concentri sull'ATM. In ogni caso l'esame migliore per riscontrare problemi articolari è la risonanza magnetica.
A presto.
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#8] dopo  
Dr. Elio Chello

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Una stratigrafia Atm potrebbe esserle di aiuto per capire la genesi della sua patologia.

Cordiali Saluti

Dott. Elio Chello
Dott. Elio Chello