Utente
Buona sera
a seguito di un banale trauma da masticazione, un incisivo dell'arcata inferiore ha cominciato a muoversi. Il dentista ha ritenuto di doverlo estrarre proponendo un minimpianto. A distanza di tre mesi dall'estrazione, è stato eseguito l'impianto che è subito riusultato inefficace.( il perno si è sfilato subito alla prova del "dentino") La diagnosi è stata "c'è troppo poco osso". Lo stesso dentista, suggerisce ora la soluzione di un ponte fisso che prevede la limatura di ben 5 denti per garantire la stabilità del ponte. La mia domanda è: è ragionevole intaccare 5 denti sani per rimpiazzarne uno?, si poteva evitare di estrarre il dente dondolante? dalla ortopanoramica, si poteva già vedere che l'impianto sarebbe stato di difficile realizzazione?
Come potete vedere sono piuttosto scettico sulle soluzioni proposte dal mio dentista.
Cordiali saluti
Gabriele

[#1]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
La migliore soluzione e' implantologica ma l' ortopanoramica e' inadeguata per valutare lo spessore osseo.Esegua una 'Cone Beam' (simile a una TAC) si potranno avere dati certi sull'osso e sul tipo di intervento da eseguire.Fare un ponte da 5 elementi e' una soluzione difficile per lei piuttosto ascoltarei anche un secondo parere.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno
La ringrazio per la sollecita risposta.
seguirò il suo consiglio in merito all'esame da fare. Seguirò anche il consiglio di percorrere una strada professionalmente più adeguata al caso. scherzandoci sopra, giocherò al lotto i numeri relativi ai denti deputati al massacro per la proposta del ponte fisso. 21-24-25-26-27
cordiali saluti
Gabriele

[#3]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Quello che per un dentista è "poco osso" per un altro è "più che sufficiente".

Questa la mia esperienza.
Trovo inverosimile che non ci sia osso a sufficienza nell'arcata inferiore quando manca un solo dente.
Non mi è mai successo in oltre 5.000 impianti inseriti.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente
buonasera
da paziente profano, trovo anche io piuttosto inverosimile la giustificazione del dentista. Sempre da profano, i miei dubbi poggiano le radici sulla tempistica dell'impianto. Non potrebbe essere stato troppo breve il tempo intercorso tra l'estrazione del dente e l'esecuzione dell'impianto (3 mesi).
saluti
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
a posteriori e rispetto a fatti non conosciuti può essere semplice parlare ma così facendo ancheil rischio di considerazioni senza luogo: solo l'indagine che le ho suggerito le darà certezze per una eventuale ripetizione dell'intervento implantologico. Tenga conto, che le variabili anatomiche e fisiopatologiche di ciascuno di noi possono avere caratteristiche di imprevedibilità e di variabilità tali che neanche provate esperienze possono colmare.
Cordiali saluti.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno
Vi sottopongo l'esito dell'indagine Dental Scan:

..Modesti segni di retrazione dell’osso alveolare. Presenza di area di riassorbimento osseo periradicolare a carico dell’estremo distale di destra. Regolare il decorso per canale del nervo
mandibolare di ambo i lati.

da quanto risulta dall'esito sopra descritto, il mio osso è in condizione di rivere un impianto? oppure ha ragione il mio dentista a sostenere il contrario?
cordiali saluti




[#7]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gent.mo paziente,
i parametri necessari per una corretta implantazione devono essere richiesti dal dentista ordinante affinchè il radiologo dia le misure o è lo stesso dentista a ricercare i parametri.
Il referto così come formulato è aspecifico e non consente di darle una risposta idonea.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#8]  
Dr. Marco Capozza

40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gentile Paziente
quale dente è stato estratto? I numeri che ha segnalato non corrispondono a quelli normalmente utilizzati per l'arcata inferiore.
La valutazione del risultato atteso per gli impianti si basa sulla quantità (spessore e altezza) e sulla qualità dell'osso. Si valuta anche il risultato estetico atteso in funzione della quantità e della qualità della gengiva presente.
Cinque denti limati per un incisivo sono troppi, ma spesso si verificano malintesi.
Tutte le misurazioni vengono effettuate dal dentista durante la visita che è insostituibile.
Cordiali saluti
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com

[#9] dopo  
Utente
buongiorno
il dente estratto è il 3.2 (2° incisivo arcata Inf.Sinistra) - La protesi fissa suggerita comporterebbe la limatura dei denti 3.1 - 3.3 - 4.1 - 4.2 - 4.3 (con la numerazione spero corretta)

Ho preso contatto con diverso dentista per sottoporgli la documentazione prodotta dell'esame Dentascan.
Cordiali saluti



[#10]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Il referto non da le indicazioni necessarie per valutare.
Ma non sono neppure necessarie.
Il dentalscan, sopratutto in questo caso, ci fornisce PRIMA le dimensioni dell'impianto da inserire.
E null'altro.
Il tempo intercorso fra estrazione e inserimento dell'impianto è ininfluente.

Non si faccia fare il ponte!
Cerchi un implantologo che non giustifichi un impianto "andato male" con la scusa "c'è poco osso".
Cerchi una persona seria, innanzitutto.
Uno che, quando fallisce un impianto (perchè succede), le dica:
"E' andato storto qualcosa. MI DISPIACE. Se lei è daccordo, dopo che avrò capito perchè è andato male, lo rifaccio. A mie spese, naturalmente."

Ecco, cerchi una persona così.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#11]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Gentile utente la sostituzione di un singolo incisivo inferiore è dal punto di vista implantologico un trattamento di non semplicissima risoluzione per un risultato pienamente soddisfacente dal punto di vista estetico e predicibilmente duraturo nel lungo periodo. Ci si deve confrontare con spazi ristretti e una cresta ossea che in quel settore, laddove si verifichi un riassorbimento (evenienza questa più che probabile in caso di estrazione dovuta a frattura dentaria), si presenta con un'anatomia tale da richiedere specifiche e specialistiche competenze per poter esser approcciata con successo.
In definitiva sicuramente non sto qui a consigliarle di limare 5 denti per sostituire un incisivo inferiore, l'implantologia è la strada giusta da percorrere sapendo che è necessario rivolgersi ad uno specialista esperto diffidando anche di chi le vende come facilmente risolvibili tutte le soluzioni sempre e a qualunque costo perchè così non è.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#12] dopo  
Utente
Gentili dottori,
Farò tesoro delle vostre osservazioni.
Nel ringraziarvi per le celeri risposte vi porgo i miei più cordiali saluti
unitamente ai migliori auguri per le feste imminenti.