Utente 208XXX
Buongiorno, da piccola mi sono rotta gli incisivi cadendo di bicicletta. Ho resistito finora con ricostruzioni al composito ma si rompono molto spesso avendo incisivi piccoli e la frattura proprio negli angoli. Probabilmente digrignando di notte stimolo anche la rottura. Il dentista mi ha parlato di faccette. Sono anche ben disposta ma ho due dubbi che mi creano timore:

1. Ho visto molte persone con un rigo nero tra la protesi e la gengiva che è davvero brutto che crea un alone scuro e il ritiro della gengiva (forse quelle sono capsule e non faccette?). Ho il terrore di questo effetto e vorrei ASSOLUTAMENTE evitare che questo succeda soprattutto negli incisivi.

2. Finora i miei denti ricostruiti hanno avuto esattamente lo stesso colore degli altri. Non vorrei che le faccette avessero un colore diverso o degenerassero con il passare del tempo.

Capisco che ovviamente il dente viene limato e che non si può tornare indietro...

Ho bisogno però di non essere costantemente in ansia che la ricostruzione si rompa anche quando sono lontana dal dentista.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

le faccette estetiche vengono realizzate con una minima preparazione dello smalto (sono molto sottili) dei denti sui quali, successivamente, vengono applicate con metodiche adesive.

Per ottenere un risultato ottimale è necessario che lei effettui l'intervento dopo aver escluso:

- problemi di bruxismo (che spesso avviene senza che il paziente sia consapevole) per evitare possibili fratture del materiale ma soprattutto per salvaguardare la sua dentatura naturale

- problematiche ortodontiche che potrebbero controindicare il trattamento

- problemi parodontali (piorrea) che va correttamente diagnosticata ed eventualmente trattata prima dell'intervento estetico

- infine è necessaria una corretta valutazione anche dell'aspetto estetico degli altri elementi dentari perchè potrebbero essere indicate sedute di sbiancamento domiciliare e/o professionale in studio per "uniformare" il colore dei denti tra loro. In caso contrario può risultare più difficile ottenere un risultato cromatico coerente tra i denti trattati e quelli naturali.

Rispondo quindi brevemente alle sue domande:

1 Il metallo non si vedrà mai perche le faccette estetiche non sono corone in metallo-ceramica e quindi il metallo non c'è.

2 Le faccette in ceramica non modificano il colore nel tempo a differenza delle resine composite che possono presentare delle discromie con il passare degli anni.

Vede che è molto importante, per tutto quello che le ho detto, rivolgersi ad uno specialista preparato al fine di ottenere un risultato che sia per lei il più soddisfacente possibile.

Cordialmente
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#2] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
per le valutazioni estetiche vale ciò che le ha segnalato il collega De Carli.
Le aggiungo peraltro di verificare se la faccetta è dal punto di vista biomeccanico la soluzione migliore, essendo i suoi denti fratturati e quindi non del tutto adatti a ricevere una faccetta.
Si consulti col suo dentista.
Cordiali saluti.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Diagnosi prima di ogni passo e scelta.Le valutazioni occlusali sia patologiche (bruxismo- drighignamento- malocclusione - presenza di superfici di usura dello smalto ) che fisiologiche ( rapporti dentari in occlusione - guida incisiva - ) sono determinanti per la scelta del tipo di materiale , se composito o ceramica, e della tecnica da utilizzare . Il composito , come materiale da restauro, sopporta meglio stress da tensione, la ceramica integrale no. Fondamentale è anche comprendere il motivo dei continui distacchi dei compositi precedenti , prima di procedere a nuove ricostruzioni degli incisivi. Il drighignare può essere una causa ma anche non la sola; spesso anche tecniche eseguite non in modo corretto possono concorrere alla breve durata ed alle "rotture" dei compositi. Sia i compositi che le ceramiche integrali non creano pigmentazioni delle gengive e non determinano aloni scuri. delle gengive. Una ultima valutazione va riservata alla forma degli incisivi ed al tipo di lesione se solo dello smalto o smalto-dentinale ed ai rapporti occlusali degli incisivi superiori con gli incisivi inferiori.
In sintesi l'odontoiatra di sua fiducia , che ha competenza e dimestichezza con le tecniche ed i materiali adesivi , saprà scegliere e consigliarle il materiale più adeguato per il suo caso e lei potrà, indipendentemente da tutto , restaurare con successo i suoi incisivi. Io , ove possibile e a parità di scelta, preferisco le ceramiche integrali.
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#4] dopo  
Utente 208XXX

Grazie a tutti dottori del vostro intervento. Quindi solo per capire, anche se vengono applicate le faccette sono comunque soggetta a fratture o scheggiature (anche se non morderei certo una mela verde)? Mi garantite che il bordo nero o comunque un'estetica posticcia non sarà visibile?

Grazie

[#5] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Se legge con attenzione i nostri post troverà già le risposte... l'estetica posticcia dipende dalla diagnosi corretta e da una adeguata esecuzione, quindi la domanda deve rivolgerla al suo dentista.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#6] dopo  
Utente 208XXX

Gentile dottore, certo avevo capito. Intendevo dire se l'estetica era duratura e soddisfacente se ben effettuata...per quanto riguarda scheggiature/rotture (ovviamente con dovuta attenzione)c'è una sorta di garanzia che resistano di più? Insomma posso stare più tranquilla di ora che ho sempre l'ansia della rottura?

[#7] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Ripeto: se le cose sono studiate correttamente ed eseguite bene, sì, altrimenti no.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Macrì

36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Nulla da aggiungere a quanto scritto e detto dal sottoscritto e dal dott. De Carli.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Macrì
Odontoiatra

[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
ATTENZIONE: mi sembra che lei non stia ponendo abbastanza attenzione sul "PRIMA", ovvero sulle controindicazioni.

Sia il dr. De Carli che il dr. Macrì l'hanno già scritto:
SE sei è bruxista , le faccette NON LE DEVE FARE in nessun materiale.
Gli dia retta, e dia il giusto valore alle loro parole, perchè mi sembra non le abbia prese troppo inconsiderazione.

Qui un articolo che le potrà chiarire alcune idee:
www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1363/Bruxismo-diagnosi-e-terapia

Se ne potrà riparlare, eventualmente, SOLO DOPO aver gestito in maniera efficace il bruxismo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)