Dente sensibile caldo e freddo dopo vari ottrazioni

Salve. Ho fatto ri-otturare per la terza volta il penultimo dente in basso a sx per la terza volta, dopo che in estate, mangiandoci sopra, mi era saltata nuovamente l`otturazione. La carie, definita da tutti i dentisti non grossa, mi ha subito dato fastidi di sensibilità, gradualmente poi scomparsi col tempo. Ciò non sta succendendo dopo l`ultimo intervento: accuso una forte sensibilità a qualsiasi sostanza calda e fredda; mi sono recato cirac 20 giorni fa nella struttura ospedaliera dopo ho effettuato l`ultima cura, mi è stata eseguita una radiografia endorale, che ha sottolineato un`infiammazione alla gengiva, ma non alla polpa; il medico, dandomi corsodyl gel da applicare in loco, mi ha detto che il dente non era da devitalizare e di attendere la naturale scomparsa dei sintomi.
Io continuo ad accusare sensibilità accentuata, anche se lievemente migliorata, al caldo e al freddo, anche se la masticazione, di cibo a temperatura intermedia, è eseguita correttamente.

La devitalizzazione sarebbe l`unica soluzione? Tenderà a passare col tempo la sensibilità? Quali accorgimenti posso utilizzare?

Grazie mille
[#1]
Dr. Giovanni Auletta Dentista, Ortodontista 1,3k 24
Purtroppo Lei oltre ad una buona igiene non puo fare.
Giustamente è stata ipotizzata una origine gengivale,ma questa in genere si risolve, con l'aiuto farmacologico in tempi più brevi.
Per questo è presumibile che ci sia una sofferenza pulpare,che se non regredisce dovrà essere trattata solo con la terapia canalare.

La risposta ha il solo scopo informativo.
http://studiodentisticoauletta.it
Dr.Giovanni Auletta

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta dottore! Quindi il tempo non riesce a calmare la sensibilità? Da quello che ho capito la devitalizzazione mi toglierebbe questi fastidi, ma dovrò applicare una corona sopra il dente che si diventerebbe molto fragile?


Grazie!!!
[#3]
Dr. Federico Campedelli Dentista 12
Sì, la letteratura scientifica mondiale è concorde nell'affermare che i denti trattati endodonticamente si fratturano per la maggior parte entro i due anni per mancato supporto delle forze occluasali da parte delle cuspidi rimanenti.
Quindi è indicato (se non doveroso per il suo benessere) ricoprire le cuspidi mediante onlay o corona protesica.

Dr. Federico Campedelli

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio