Utente 382XXX
Gentili dott.ri, venerdi scorso, a seguito del fallimento di un impianto posizionato ad un incisivo superiore, mi è stato posizionato un nuovo impianto corto. Prima dell intervento il dott avrebbe voluto posizionare anche un impianto all altro incisivo superiore ma ritendo esiguo l osso a disposizione ha preferito fare un innesto. Dunque, ho fatto un impianto + innesto ai due incisivi superiori. Il decorso post operatorio non mi tranquillizza affatto poiché dal secondo giorno, pur continuando la terapia antibiotica, è sopravvenuta febbre che va dai 37 a37,6. Ieri è stato il giorno peggiore poiché oltre al rigonfiamento del labbro e di parte del viso ho accusato dolore attenuato con 3 brufen da 600 mg. Oggi si è ridotto il gonfiore della parte del palato più vicina agli incisivi ed il dolore si è considerevolmente ridotto. Tuttavia continuo ad avere qualche linea di febbre e sento delle preoccupanti pulsazioni appena faccio due passi. Il dott, contattato telefonicamente dice che domani la febbre dovrebbe passare ma io ho seri dubbi che accada visto che mi pare di rivivere qualcosa di simile all esperienza negativa già vissuta. Cosa ne pensate? Mi conviene aspettare o chiedere di essere visitato subito senza aspettare la visita fissata per questo venerdi? Grazie in anticipo per l attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Una breve visita di controllo per dare un'occhiata, anche se fosse solo per tranquillizzare il paziente, è solo un normale atto di cortesia per un professionista.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#2] dopo  
Utente 382XXX

Gentile dott.re, grazie per la risposta. Ho contattato il dentista che ha ammesso che si tratta di un decorso post operatorio non felice ma non è detto che l impianto sia fallito. Prima di venerdì non potrà vedermi perché è in giro per l Italia. Intanto permane la febbre e in più dalla ferita colano dei pezzettini di sangue coagulato... non credo che sia normale. Cercherò di aspettare pazientemente venerdì consapevole di non aspettarmi nulla di buono da questo intervento.

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Risposta sincera del dentista.
3 giorni non dovrebbero cambiare il quadro.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente 382XXX

Grazie ancora per la disponibilità. Ora al posto dei grumi di sangue cola una sostanza leggermente giallina...credo sia pus :( continuo ad attendere venerdì oppure sarebbe meglio rimuovere subito l impionto? questa situazione può in tre giorni danneggiare il poco osso rimasto dopo il fallimento del precendente impianto? Sbaglio a pensare di avere lo 0% di possibilità di esito positivo dell intervento?

[#5] dopo  
Utente 382XXX

Nei giorni successivi all'intervento mi sono recato dal dottore che valutando la situazione ha deciso di rimuovere la membrana riassorbibile e già dal giorno dopo sono stato molto meglio.
Fino ad oggi sono stato ben 4 volte a visita. Il dottore è passato da un pessimismo iniziale ad un cauto ottimismo. Tuttavia a distanza di 20-25 giorni continuo a avere un lievissimo dolore nella zona dell'impianto che si fa più accentuato se passo la lingua sul punto. Secondo il dottore ciò sarebbe dovuto "all'invasività" dell'intervento e bisogna aspettare per trarre conclusioni. Considenrando che ho la prossima visita a fine mese sono preoccupato perchè temo che se l'impianto fosse andato male, come penso, il passare del tempo potrebbe aggravare la situazione del mio (poco) osso. Aspetto o chiedo di accorciare i tempi per una nuova valutazione?

Grazie