Utente 666XXX
Buonasera
vi scrivo per mia mamma che ha 71 anni e dovrebbe fare 3 impianti dentali ma ha un dubbio.
Lei assume alcuni farmaci tra cui il Bonasol da 70 mg per osteoporosi, il suo dentista le ha detto che questo farmaco è incompatibile con la buona riuscita degli impianti, dovrebbe sospenderlo 6 mesi per assicurarsi un buon lavoro.
Si è rivolta ad un altro dentista che diversamente sostiene che questo farmaco non va a influenzare la durata degli impianti.
A chi deve credere? Come deve comportarsi?

Grazie dell'attenzione.
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente , il farmaco in questione è un bifosfonato e può dare dei rischi di osteonecrosi post- intervento, sospendere il farmaco per 6 mesi garantisce poco perchè non conosciamo l'emivita del farmaco che viene ritrovato anche dopo anni dalla sospensione.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 666XXX

Grazie mille per la risposta.
Ad ogni modo penso che non potrebbe sospenderlo per così tanti mesi avendo una forte osteoporosi.
l' osteonecrosi è pericolosa? quindi consiglia quindi di non fare l'impiantologia e magari ricorrere a altre soluzioni?
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'osteoporosi va controllata perchè la frattura è una delle principali cause di morte nell'anziano.
L'osteonecrosi dei mascellari è una perdita di vitalità dell'osso che si espone dai tessuti molli, assai difficile da curare.
Certamente ci sono altre soluzioni protesiche che rispettano l'osso; le ricordo che anche per togliere un solo dente, sua mamma dovrà essere messa sotto un rigido protocollo, per cui come c'è scritto anche nel bugiardino del farmaco dovete avvertire sempre l'odontoiatra dell'assunzione del farmaco.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 666XXX

grazie, è stato molto chiaro e disponibile.
saluti
Francesca

[#5] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
la necrosi da bifosfonati, è un evento raro, di norma quasi sempre associato ad un uso per via endovenosa in pazienti in cura per cancro.(mammella o prostata)
Debbo pertanto segnalarle che il rischio, nel caso di sua madre, è molto basso e non dovrebbe mettere a rischio la riuscita dell'intervento di implantologia.
Mi associo pertanto alla visione del secondo dentista da lei interpellato.
Maggiori indicazioni le trova sul sito ADA (American Dentistry Association) con relative linee guida.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it