Utente 428XXX
Buonasera a tutti, volevo chiedervi un consulto per il mio molare. può un dente dove è stata iniziata la devitalizzazione, far male e pulsare come se ancora nn sia stato fatto nulla o peggio di prima?
Domenica sera mentre mangiavo tranquillamente ho sentito una fitta fortissima su un molare che Aime si era rotto qualche mese fa. Purtroppo il dolore è durato per delle ore nonostante l antidolorifico. La mattina seguente ho chiamato subito il dentista che mi ha dato l appuntamento per venerdì mattina.
Per tutta la settimana i dolori sono stati fortissimi nonostante gli antidolorifici. I dolori oltre al molare rotto interessavano tutti i denti vicini e quelli della arcata superiore.
Finalmente ieri mattina vedo il dentista che mi sottopone a radiografia panoramica delle arcate dentarie. Responso il dente è troppo danneggiato bisogna fare la terapia tri o più canale e successivamente una ricostruzione complessa.
Si inizia con la terapia ma nel momento che vengono inserite le lime canalari, il dolore è talmente forte che mi fa saltare nella poltrona. Il dentista però dice che è normale per via delle mie radici curve. A seguito chiude tutto con un otturazione provvisoria e mi rimanda a casa con appuntamento tra 20 giorni. Risultato i dolori sono fortistimi insopportabili nonostante gli antidolorifici. Da qui la mia domanda di cui sopra. Secondo voi è normale che mi ritrovo le gengive gonfie e doloranti? È meglio prendere anche un antibiotico oltre all antidolorifico? Scusate per il romanzo ma nn potevo essere più breve.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Il dolore indescrivibile è dovuto al fatto che l'anestesia (plessica o tronculare che sia) in caso di pulpite è solo parzialmente efficace, si può ovviare a questo problema ricorrendo all'anestesia intrapulpare. In genere questo consente poi di effettuare il trattamento.
Non entro nel merito della tecnica utilizzata,sperando che non ci siano state perforazioni
accidentali per via "delle radici curve" o che sia stata utilizzata o meno la diga di gomma.
Sull'utilità dell'antibiotico esistono pareri controversi,ma in caso
di pulpite su dente vitale,l'utilità è praticamente nulla.
Diverso è il discorso se una parte della polpa è in necrosi,allora l'utilizzo dell'antibiotico con l'antinfiammatorio è congruo,così pure in caso di complicanze......
Ma penso che il suo dentista queste cose le sappia,per cui si consulti anche con lui.
Cordialità

dr Luigi De Socio

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Grazie mille per la sua risposta Dr. Luigi De Socio.
Per quanto riguarda la diga di gomma è stata utilizzata ma nn so se c è stata la perforazione. La dentista mi ha detto che avevo sentito molto dolore perché in un canale la lima era entrata tranquillamente mentre nella seconda invece c era resistenza per via delle radici. È normale secondo lei che il dolore adesso si ripercuote sulla arcata superiore quando il dente in cura è in quella inferiore ? Un ulteriore domanda qualche giorno prima Dell intervento ho avuto la sensazione che il mio molare si fosse rialzato può significare qualcosa?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Trattasi indubbiamente di dolore riflesso trigeminale.
Per comprendere il dolore riflesso occorre ricordare che le fibre sensitive del trigemino afferiscono a un nucleo in una zona del cervello chiamata ponte. Nelle diverse sezioni di questo, che hanno una corrispondenza topografica secondo la mappa di innervazione del viso , arrivano gli stimoli che provengono dai denti, dalle gengive, dalla muscolatura, dalla cute, dalle ghiandole salivari, dalla lingua ecc. Non essendo la polpa dentale dotata di propriocettori, può avvenire che impulsi di origine diversa vengano a sovrapporsi fra di loro, per cui si ha" come una confusione".
Pertanto la localizzazione della sensazione dolorosa non ha corrispondenza con la sua origine reale, Esempi frequenti di irradiazione dolorosa (su base statistica) : a tutta l'emiarcata superiore a partenza dai molari inferiori.....
La sensazione di "dente allungato" si associa in genere a problematiche parodontali .
Parodonto = osso alveolare, legamento parodontale, cemento radicolare e gengiva = ovvero tessuti che si trovano attorno al dente.
Cordiali Saluti
dr L.De Socio

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 428XXX

La ringrazio tantissimo per la risposta.
Per quanti giorni può durare questo forte dolore?Devo rivedere il mio dentista il prossimo 28 novembre ma nn vorrei stare con questo dolore per i prossimi 16 giorni. Che tipo di antidolorifico è meglio usare?

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Data la possibilità che ci siano complicanze o problematiche parodontali,ai miei pazienti di solito consiglio,se non sono allergici
a derivati dell'amoxicillina e ai FANS,associazione antibiotico
(amoxicillina +ac. clavulanico 1 grammo x 2) + FANS(ipobrufene 600 mg x2 a stomaco pieno).
Si consulti col curante per i farmaci citati,perchè non conosco la sua anamnesi farmacologica.
Di solito la terapia è necessaria per non piu' di una settimana.
Ma si faccia rivedere prima dal dentista....
Buona Giornata
Dr. L.De Socio
https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 428XXX

Nuovamente La ringrazio per il suo tempestivo consulto e Le auguro
Buona giornata

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
OK GRAZIE
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia