Utente 431XXX

Buonasera. Devo effettuare tra pochi giorni una Tac del massiccio facciale senza mezzo di contrasto , che mi è stata prescritta dall' otorino per una sospetta sinusite odontogena dovuta ad un premolare superiore molto cariato e da estrarre. Il dentista vuole effettuare successivamete all'estrazione un impianto e mi dice che per valutare l'osso ha bisogno non della Tac ma di un Dentalscan. Per la verità prendere tutte queste radiazioni mi preoccupa molto. In internet ho letto di un apparecchio tac di ultima generazione : Tac SOMATOM DEFINITION FLASH . La dose di radiazioni è estremamente ridotta rispetto a tutte le altre TAC . - E’ la TAC più indicata per gli esami ai bambini e per i pazienti che richiedono controlli ravvicinati nel tempo. Si possono indagare tutti i distretti corporei. Vorrei sapere se questo è vero e quale è la dose effettivamente assorbita. Inoltre ho letto anche di di quest'altro apparecchio: TAC DENTALE e studio ORL che si avvale di un’apparecchiatura dedicata AXISCAN NEWTOM VGi con tecnologia “CONE BEAM”. L’imaging CB3D utilizza un fascio a forma conica per acquisire l’intero volume, effettuando un’unica rotazione. Mi interessa soprattutto il secondo apparecchio in quanto vorrei sapere se con un unico esame si può fare lo studio sia dentale che Orl ( così accontento sia l'otorino che il dentista con un unico esame ) . In questo caso qual'è la dose assorbita? Posso avere qualche consiglio in merito per risparmiarmi il più possibile radiazioni nocive? Ringrazio in anticipo in attesa di una risposta

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
La dose radiologica deve essere proporzionata alla importanza della diagnosi.
I moderni apparecchi, abbinati a sensori digitali garantiscono una misura ridotta di raggi.
Quindi viene meno la necessità di ricercare un apparecchio specifico. L'unica differenza tra TAC che se applicata alla faccia di chiama dentscan è che eroga una dose superiore rispetto alla CBCT, di base da preferire .
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Utente 431XXX

La ringrazio per la risposta.

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Trova delle indicazioni utili qui:
www.studioformentelli.it/pagine/articoli/radiografie-e-radioattivita

L'esame indicato è senza dubbio la Cone Beam, e le indicazioni che lei ha raccolto sono corrette : non tutte le Cone Beam sono uguali.
Per indagare su un solo settore della bocca è preferibile un macchinario a FOV ridotto.
Il FOV è il cilindretto che delimita il campo di irradiazione,piè piccolo meno raggi prende in zone non interessate all'esame e più è dettagliata l'immagine.
Le macchine a FOV piccolo (intorno ai 5 cm) più omeno si equivalgono in termini di qualità di immagine/dose assorbita.

Ma legga l'articolo che leho indicato, e si armi di carta e pena per fare dei calcoli: è istruttivo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente 431XXX

Grazie della risposta. Non riesco comunque a trovare nessuna struttura pubblica o privata dove sia in uso un macchinario a FOV ridotto.