Utente 386XXX
Buongiorno, mia madre, 72 anni, portatrice di protesi mobili da
molti anni, da circa 3 settimane presenta un dolore ad un punto preciso della
gengiva inferiore.
Dopo un primo consulto le è stato consigliato di rimanere
senza protesi e di assumere cibi morbidi per qualche giorno. Qualche giorno fa,
è comparso un dolore molto forte, si è quindi recata al punto di primo
intervento odontoiatrico della nostra città, dove le hanno comunicato la
presenza di un nervo scoperto, più precisamente la superficializzazione del nervo mentoniero. Le hanno detto che non c'è nulla che si possa
fare. Di non posizionare la protesi e di valutare la possibilità di far fare una protesi molle, ma senza porre fiducia nel risultato. Ora sono esattamente 3 giorni che ogni
30 minuti compaiono dolori fortissimi che le impediscono anche di parlare ed
alimentarsi normalmente (con dieta frullata). Vorrei sapere se ci fossero
rimedi, a chi poterci rivolgere e cosa poter fare per ridurre almeno il
dolore. Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, siamo nel campo odontoiatrico che andrebbe gestito in collaborazione con un neurologo.
Di norma in questi casi, se la diagnosi è certa, si rivede la protesi e se non si ottengono risultati, si passa al trattamento farmacologico, fino ad arrivare ad ad alcolizzare il nervo.
Cominciate con la protesi, poi si vedrà.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Oltre quanto suggerito ineccepibilmente dal collega,le alternative in un caso simile, in presenza suppongo di un'atrofia di grado V- VI secondo Cawood e Howell,prevedono l'aumento verticale della cresta ossea mediante innesti ossei e la riabilitazione successiva implantoprotesica.
La ribasatura della protesi con materiali soffici può tamponare, ma certamente non risolve il problema.
Provi a consultare un Centro di Chirurgia Maxillo-Facciale per un corretto inquadramento del caso.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia