Utente 451XXX
Buonasera dottori, da ieri ho notato un senso di pizzico al padiglione dell'orecchio sinistro e come un addormentamento dello spazio immediatamente sottostante il padiglione, la sensazione si é acquietata in serata.
Oggi dopo qualche minuto dal risveglio ho cominciato ad accusare una sensazione di forte indolenzimento sulla zona dove c'è la ghiandola parotide. Non é un vero e proprio dolore ma una sensazione come se avessi preso un pugno. La ghiandola non appare gonfia. Mi sono recato al pronto soccorso dove il medico mi ha visitato guardandomi in bocca, nell'orecchio e palpandomi la zona interessata.
Mi ha detto che non avverte linfonodi gonfi e che pur se apparentemente la zona non appare gonfia solo io posso saperlo perché è la mia faccia.
Lui pensa che sia qualcosa legato al nervo che attraversa quella zona e mi ha detto che invierà il referto della visita al mio medico di base (mi trovo all'estero) che mi visiterà tra una settimana circa. Nel frattempo dovrò notare se c'è un profcesso di rigonfiamento e se iniziò a provare dolore. Purtroppo qui all'ospedale non fanno ecografie quindi solo il medico giudicherà in base alla situazione nei prossimi giorni. Mi sono preoccupato perché da qualche settimana ho sporadici pomfi seguito di un'orticaria (sono risultato allergico agli acari anche se l'allergologo e il dermatologo in Italia hanno pareri discordanti, il primo dice che gli acari non portano eruzioni cutanee il secondo mi ha parlato degli acari ancor prima del test) e perché sempre qualche giorno fa accusavo sensazione di nodo alla laringe poi rientrato.
Che cosa potrebbe essere vista l'assenza di rigonfiamento? Devo spingere per ecografia al più presto o come dice il dottore dell'ospedale posso aspettare qualche giorno e vedere come va? Il medico mi ha detto che tumori della parotide sono molto rari e non pensa proprio si tratti di quello

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
purtroppo senza poterla visitare e senza un referto ecografico è difficile ipotizzare una diagnosi.
Il "nervo" che attraversa la parotide è il Faciale,ma genera altra sintomatologia,e non è il suo caso.
Attenda l'ecografia e ci faccia sapere.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 451XXX

Grazie della risposta, aggiungo che sento come se l'orecchio fosse pieno. Nel caso in cui un antinfiammatorio facesse regredire il sintomo la cosa avrebbe qualche significato?

Leggo che la ghiandola parotide può andare incontro a infiammazioni e calcoli e che i tumori sono rari e molto spesso Benigni, ho 34 anni

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Buongiorno
la calcolosi della ghiandola le darebbe dei sintomi quali la caratteristica "colica
salivare" dovuta all'ostruzione del dotto di Stenone,da parte di calcoli,che impediscono il normale deflusso salivare .
Anche in assenza di calcoli il rigonfiamento della ghiandola potrebbe
essere legata ad "ipertrofia masseterina"
( frequente nei bruxisti o nelle malocclusioni con iperattivita' del muscolo)in quanto l'aumento di volume muscolare comprime il dotto escretore della parotide,causando ristagno salivare.
Nel primo caso i sintomi e l'eco o la TC
sono diagnostici,nel secondo caso oltre l'eco, l'esame obiettivo effettuato da un collega
e la storia di bruxismo/serramento o l'evidenza di problemi occlusali sono
da soli gia ' diagnostici.
Attenda comunque l'esito dell'eco e faccia anche una visita odontoiatrica
per dirimere i dubbi ...

Le allego un link di un valido collega

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html

Buona Domenica
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 451XXX

Non avverto nessuna pallina o rigonfiamento della parotide, solo un indolenzimento in quella zona e oggi al collo dove sembra esserci un piccolissimo linfonodo all'altezza del pomo di Adamo (sono anche molto magro). Il mio dentista mi ha detto già da tempo che soffro di serramento mascelle, ma leggendo su internet, anche su siti autorevoli sembra che debba preoccuparmi di un cancro
settimane fa ho avuto per giorni una grossa sensazione di nodo alla laringe, poi rientrata. Oggi sento pizzicare l'interno della guancia e la mandibola, ma é possibile che i sintomi di un cancro alla parotide siano così veloci nel presentarsi?
Sono terribilmente in ansia

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Lasci stare il "cancro" alla parotide,e il girovagare per internet.
Tra l'altro i tumori sono generalmente benigni e oltremodo sono rari.
Il fatto che "serra"le mascelle fa ipotizzare una "ipertrofia
masseterina ".
Segua i consigli precedenti.
La visita odontoiatrica la faccia con uno Gnatologo,che è lo specialista che si occupa di bruxismo/serramento.
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 451XXX

Purtroppo la sensazione di muco in gola, di orecchio pieno e il un linfonodo dolente all'altezza della giugulare non mi fanno presagire niente di buono. Domani proverò a fare un'ecografia del collo a pagamento. C'è da dire che alcuni sintomi si attenuano con del paracetamolo.

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Ecografia collo e tiroide ,loggia parotidea e muscolo massetere,
l'eco solo del collo non è sufficiente .
Ci faccia conoscere l'esito
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Utente 451XXX

Dunque, per ottenere in inghilterra il permesso per potere fare un'ecografia bisogna passare per l'ok del medico di base o di un medico privato.
Sono stato dal medico di base la quale mi ha palpato collo e ghiandole, ispezionato l'orecchio e il cavo orale, fatto mille domande.
Mi ha detto che non sentiva niente al tatto e non avvertiva rigonfiamenti alla parotide quindi non mi prescriveva l'eco perché non sarebbe emerso niente.
Per quanto riguarda il linfonodo un po' gonfio in zona vicino la giugulare mi ha detto che crede proprio sia reattivo in quanto tenero, mobile, piccolo e di forma allungata (all'inizio faceva anche male).
Da ieri non ho avuto più fastidi alla zona mandibolare, solo una sensazione di orecchio pieno ma molto più attenuata.
Ieri facendomi la barba credo di aver scoperto l'arcano. esattamente dietro il lobo c'è qualcosa di talmente piccolo da non riuscire a quantificarne le dimensioni, scorre tra le dita e ha forma allungata come un fuso, ripeto piccolissimo.
Sfruculiandolo ripetutamente non sentivo dolore ma dopo qualche minuto si sono riattivati tutti i sintomi che ho presentato. Lievi punture di spillo in zona lobo dell'orecchio per un paio di minuti, sensazione del medesimo pieno e fastidio alla ghiandola.
A questo punto per evitare che la dottoressa mi prenda per pazzo aspetterò il ritorno in Italia per effettuare l'eco dirimente, tra due settimane.
Tuttavia la dinamica con cui è avvenuta la cosa mi fa pensare che sia un linfonodo, anche perché la dottoressa crede che le reazioni cutanee avvenute qualche settimana fa (e che ancora avvengono in modo molto lieve, ieri per qualche minuto avevo come delle macchioline pruriginose in fronte) siano dovute a un fatto virale, essendo l'allergia agli acari secondo lei che è anche dermatologa, raramente portatrice di sintomi cutanei.