Utente 438XXX
Buonasera,
mia mamma ha effettuato una biopsia alla mucosa orale con il seguente referto: "frammento di mucosa orale con ipercheratosi e focale vacuolizzazione dell'epitelio di rivestimento e con infiltrato flogistico prevalentemente linfocitario del corion superficiale. Quadro compatibile con lesione lichenoide".
Di cosa si tratta?!Qual'è la cura adatta?!
In attesa di una risposta vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Una lesione lichenoide e' una lesione che simula per qualche aspetto un lichen.
Se vuole avere qualche informazione in più sul lichen provi a leggere il relativo articolo pubblicato sul nostro sito:
https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/1290-lichen-planus-orale.
Il quadro istologico che lei riporta e' compatibile con un lichen. Non possiamo sapere sulla base di cosa sia stato fatto riferimento ad una lesione lichenoide e non invece ad un vero e proprio lichen. In genere la distinzione tra lesione lichenoide e lichen richiede un'integrazione di elementi che emergono dal quadro istologico, dall'anamnesi e dall'esame clinico.
Forse è opportuno che chi le ha prescritto l'esame istologico si senta con l 'anatomo-patologo.
Fatta una diagnosi le verrà proposto un trattamento.

Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 438XXX

La ringrazio per la risposta.
Ma si tratta di qualcosa di preoccupante?

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Si tratta di una condizione infiammatoria cronica che nel caso del lichen ha una base autoimmunitaria nel caso delle lesioni lichenoidi e' dovuta a uno stimolo irritativo che può essere ad esempio l'assunzione di un farmaco, un'allergia a un materiale ecc ecc.
Non e' qualcosa di estremamente preoccupante ma sicuramente qualcosa da monitorare nel tempo.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it